';

Con Sliding Life anche il divorzio è on demand: la start-up premiata a Napoli

“L’idea di Sliding Life, così si chiama il progetto, nasce dalla consapevolezza che il mondo delle libere professioni sta cambiando, diventando sempre più on demand dove i liberi professionisti saranno geolocalizzati proprio come avviene con i servizi che ogni giorno rispondono alle nostre esigenze in un contesto ad altissima mobilità. Anche in questo caso saranno gli utenti, successivamente, a valutare attraverso feed-back l’operato dei tecnici”, spiega l’ideatore Massimiliano Arena. Per la community di questa nuova struttura ci saranno tutti i professionisti del settore: avvocati, psicologi, mediatori familiari, pedagogisti e consulenti fiscali.

Ma come funziona Sliding Life? Fondamentalmente questa struttura online offre tre possibilità. Nella prima l’utente potrà cercare nella community persone che vivono la medesima situazione: numero di figli, tipologia di separazione o di divorzio, casa assegnata a lui/lei o all’altro coniuge, età e situazione giudiziaria. Profili insomma più o meno con lo stesso problema e a cui poter chiedere consigli.

Il secondo canale di funzionamento riguarda il rapporto con il libero professionista selezionato per tipologia: avvocato, mediatore familiare, psicologo, consulente, pedagogista; potranno essere cercati o per vicinanza geografica o secondo il coefficiente di gradimento che la community affida al professionista. Dopo averlo individuato si inizierà una conversazione end to end.

Il terzo tool, infine, è quello più innovativo, con il servizio di sos, chiamato così perché funziona in caso di emergenza. L’utente, in preda al panico perché alle prese con una situazione che non riesce a gestire, lancerà nella community un sos e chiunque potrà rispondere.

Gli obiettivi dunque sono due. Col primo si vorrebbe offrire un aiuto concreto e immediato a chi vive situazioni difficili mentre col secondo, si spera, si vorrebbe anticipare il futuro della libera professione che sarà sempre più virtuale in un rapporto peer to peer (cliente – professionista), garantendo la possibilità di prenotare appuntamenti in studio attraverso la stessa app. Si lavora per diventare la più grande community in Italia per poi aprirsi al mercato europeo. Ciò sarà possibile grazie a una grande campagna di fundraising  pianificata per la prossima primavera 2018. Il budget impiegato fino a questo momento è di 45 mila euro raccolti su sette finanziatori che hanno creduto e hanno acquistato piccole quote in equity.

Certo questa startup, anche a seguito dell’introduzione del “divorzio breve“, potrebbe trovare notevole applicazione in un contesto sociale che vede un aumento del +57% (istat) dei divorzi in Italia. Numeri inimmaginabili da chi, col neorealismo cinematografico, offriva cultura attraverso lo scandalo.

IL PREMIO

Nella settimana che precede lo Start-up Weekend che si terrà presso la Cittadella dell’Economia a Foggia, il mondo delle start-up foggiane si fregia di un ulteriore riconoscimento grazie alla start-up innovativa dell’avvocato foggiano Massimiliano Arena. La sua creatura, Sliding Life, infatti si è aggiudicata lo scorso 22 novembre il premio per la Finance Startup Cup Competition, organizzato da Napoli Startup in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti di Napoli.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento