Il mio 14 giugno tra Teatro Valle Occupato e processo. Contro tutte le dittature

Shares
Sipario Chiuso

Oggi è una giornata speciale. Oggi il Teatro Valle Occupato compie due anni.

Oggi inizia la causa a me e ai miei compagni per diffamazione al presidente della Riccitelli di Teramo. 2 anni di lotte dentro il Teatro più antico di Roma; diversi anni di lotte nel Teramano che oggi iniziano a prendere una forma.

E mentre a Roma ci siamo dati da fare per mettere su la prima fondazione teatrale partecipata dai cittadini tutti, a Teramo si vive nello stallo.

A Roma un nuovo sindaco riempie di una nostalgica speranza gli artisti. A Teramo manca l’assessore alla cultura da oramai 4 anni e nessuno si lamenta.

Oggi 14 giugno, data da ricordare. Cosa ne sarà della Fondazione Teatro Valle Bene Comune? Le mie sensazioni dicono cose buone, e sono sicuro che fra qualche anno saranno quasi tutti occupati i teatri d’Italia. Ma cosa posso dire di Teramo? Che resta al sud? Non lo so.

Teramo, più a nord di Roma ma più a sud di Palermo, chissà se riuscirò a cambiarla, a migliorarla? So solo che oggi si apre il mio processo. Dopo tanti altri processi intentati a me e ai miei compagni di cultura, questa è la prima che non viene archiviata, e la prima che ci da modo di dimostrare che, a nostro avviso, tutto ciò che abbiamo detto corrisponde a verità.

Oggi 14 giugno pare essere arrivata la primavera.

Speriamo che si porti via tutte le dittature del mondo.

Enrico Melozzi

Nipote di Gabriele, partigiano ucciso durante la resistenza, Enrico Melozzi è un compositore, poli-strumentista, produttore discografico e direttore d'orchestra. Si dedica alla composizione fin da piccolissimo. Diventa assistente di Michael Riessler nel 1999 a Colonia. La sua attitudine compositiva molto versatile lo ha portato a tantissime diverse esperienza. Dalla musica sinfonica, alla musica sacra, alla ricerca, la musica elettronica, il pop e il Festival di Sanremo (dirige "Sono Solo Parole" di Noemi). Il Teatro Valle Occupato rappresenta il suo impegno e la sua lotta per la meritocrazia nella cultura italiana, della quale si occupa anche in Abruzzo fondando il Movimento Nuove Armonie. E' promotore insieme con Giovanni Sollima dei "100 Violoncelli", un progetto social-musicale che riunisce violoncellisti da tutto il mondo.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top