Intervento di Vincenzo De Luca sugli ultimi drammatici dati dalla #TerradeiFuochi

Shares

La Terra dei Fuochi riesce ancora a sorprenderci negativamente. Quando la parola basta sembra coniugarsi a tutto ciò che c’è da sapere, ecco un nuovo dato che emerge.

L’Istituto Superiore di Sanità, nell’aggiornare la situazione epidemiologica nei 55 comuni definiti Terra dei Fuochi, ha rilevato mortalità, ricoveri e tumori in eccesso rispetto alla media regionale.

Inoltre appare un preoccupante allarme per la salute dei bambini.

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, commenta tali studi. “Il dato emerso dal rapporto dell’Istituto Superiore della Sanità sulla Terra dei Fuochi, conferma la forte preoccupazione che ha motivato l’intervento di bonifica già avviato, passo gigantesco ed importante per la Campania.”

Continua De Luca: “Bisognerà intervenire subito con le bonifiche delle discariche per affrontare e sconfiggere il problema dei roghi tossici, con l’intervento straordinario delle Forze dell’ordine, colpendo l’economia criminale che fa uso di materiali tossici.”

Il rilevamento ha riguardato 32 comuni della provincia di Napoli e 23 della provincia di Caserta.

Il governatore conclude ricordando di aver ricostituito il registro dei tumori, per monitorare questa drammatica situazione, per prevenire ed intervenire tempestivamente.

Giuseppe Lanese

Giornalista professionista, comunicatore e formatore. E' tra i fondatori di Restoalsud e caporedattore della stessa testata. E' responsabile cultura dell’agenzia di stampa nazionale Primapress. Ha curato dal 2009 al 2015 il blog "Parole e Musica" di Repubblica.it. Attualmente scrive e realizza video interviste per Tiscali.it sui temi della cultura e dell'innovazione e, sempre per Tiscali, si occupa del coordinamento nazionale della rete news delle regioni. Collabora con l'Università Telematica Pegaso per il corso di "Comunicazione digitale e Social Media" come cultore della materia ed è responsabile comunicazione dell'Ufficio Scolastico del Molise.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top