Questo sito contribuisce alla audience di

La lezione della famiglia #Borsellino

Shares

La compostezza e la compattezza della famiglia Borsellino (Manfredi e Lucia in particolare modo, i figli di Paolo) di fronte a certi inquietanti insulti e minacce che hanno subito e subiscono ci segnalano e ci insegnano due cose semplici ma fondamentali: stiamo dimenticando la tragedia della mafia fingendo che non esiste più o che è stata addirittura sconfitta (la parola mafia è sparita dal l’agenda politica di chiunque, anche dalla mia e dalla vostra cari amici veri e virtuali) e sta emergendo in maniera sconcertante un fenomeno che in altri tempi un altro grande siciliano avrebbe definito sadicamente l’antimafia di professione. Cosa che con accenti diversi ma più duri denuncia anche don Ciotti.

Troppi nullafacenti, troppi pseudo intellettuali e parolai di professione che hanno un problema per ogni soluzione oramai sono entrati in carriera nell’antimafia senza averne qualità morali e in certi casi manco il casellario giudiziale immacolato.

Attenzione, le mafie infiltrano non solo le istituzioni dello Stato ma anche i presidi antimafia… Non si lasciano soli i Borsellino, i Falcone, i Livatino e tutti quelli che hanno perso la vita per affermare le leggi dello Stato a Palermo come a Napoli o a Milano o a Torino. Le mafie hanno colonizzato l’Italia.

I mafiosi sparano di meno, hanno ripulito la faccia, messo giacche sartoriali e cravatte alla moda, hanno inflessione dialettale meneghina e toscanaccia o emiliana non solo siculo/calabro/napoletana… ma sono sempre loro. Sono quelli che ci hanno rubato il futuro…

Paolo Chiariello

Sono Paolo Chiariello, ho 40 anni, faccio il giornalista a Sky tg24 dopo aver lavorato a Panorama, in Rai, al Roma e in altri giornali. Sono nato a Sant'Antimo, in provincia di Napoli, dove ancora ho parenti e amici ma dove manco da 20 anni. Il mio sogno è restare al Sud e smetterla di parlare e scrivere di Nord e Sud ma di Italia, del Belpaese che i nonni ci hanno consegnato e che noi abbiamo stuprato, devastato, inquinato e svenduto.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

Start Franchising

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top