Nuove assunzioni nel settore della meccatronica? In Puglia è possibile

Shares

Studiare e sperare. È questa oggi la triste realtà per gli studenti pugliesi che dopo un brillante percorso di studi sono costretti ad attendere spesso anni prima di intravedere barlumi di opportunità lavorative. Gli anni poi acuiscono la consapevolezza di dover abbandonare speranze e progetti per un biglietto aereo verso una delle mete estere di maggior richiamo in cerca di fortuna. Uno scenario triste e ingiusto con il quale molti giovani devono fare i conti. Nessuna eccezione anche per quelli del settore della meccatronica, in Puglia tra i più maltrattati. Studenti in crisi d’identità, così come le aziende del comparto meccanico. Illustri nomi pagano lo scotto della crisi proprio in Puglia, dove l’incertezza e la disperazione degli operai specializzati regnano sovrane.

In un contesto così negativo c’è però chi tra le aziende di settore e gli Enti di Formazione contribuisce, invece, concretamente a dare speranza, lavoro e opportunità ai giovani studenti di meccatronica.

È  il caso della MBL SOLUTIONS, giovane (nata nel 2005 dalla volontà di 4 soci fondatori) ma già affermata azienda barese (la sede operativa è a Corato) operante con sviluppi interessanti nel settore della automazione industriale, tecnologie industriali a microonde, produzione di impianti automatici per il solare e packaging in Italia e all’Estero

L’azienda dal 2011 aderisce concretamente al progetto avviato dall’ITS “Antonio Cuccovillo” per la Meccatronica di Bari, unica Scuola di Alta Specializzazione in Puglia nel settore della meccatronica che ogni anno permette a neo-diplomati provenienti da tutta la Regione di entrare (dopo il superamento di un test di acceso) in un circuito di formazione d’eccellenza altamente innovativo e di ottenere il Diploma di tecnico superiore nel settore della Meccanica e della Meccatronica conseguendo il Diritto all’Europass delle competenze conseguite e riconosciute al 5° Livello dell’Q.Q.F Europeo.

MBL è una delle 16 aziende (tra cui figurano gruppi importanti come Getrag, Bosh, Alstom ecc.) che ospita stagisti contribuendo così ad innalzare il livello formativo nel territorio in tema di meccatronica.

Lo stage per uno dei due studenti (della provincia di Bari e Bat) ospiti di MBL si è di recente trasformato in assunzione con contratto di lavoro, parola sempre più rara da percepire in contesti aziendali. Una bella notizia e un esempio da seguire in un contesto dove invece la cassaintegrazione e i contratti di solidarietà regnano sovrani.

“Abbiamo appoggiato il progetto dell’ITS Antonio Cuccovillo – spiegano gli Ingegneri Luigi Maldera e Cataldo Bonaventura, rispettivamente Amministratore e Responsabile tecnico di MBL Solutions – in qualità di soci sostenitori. La nostra azienda fornisce un contributo sia in sede di organizzazione e programmazione della didattica dell’ITS, sia con l’acquisizione di stagisti tirocinanti. Nel 2012 abbiamo ospitato due studenti che hanno svolto presso i nostri stabilimenti il tirocinio e nello scorso mese di giugno sono tornati per sviluppare una tesi sperimentale che ha previsto il loro inserimento in una commessa aziendale con lo sviluppo di una quota parte di questo lavoro. L’iniziativa è andata molto bene in quanto i ragazzi hanno potuto cimentarsi in diverse aree che spaziavano dall’ufficio tecnico alla produzione. Da luglio abbiamo inserito un nuovo stagista che terminerà il suo percorso poco prima di Natale. Entro fine anno è in programma l’assunzione di un secondo stagista”.

Per i giovani studenti di meccatronica, dunque, una opportunità concreta dopo un lungo percorso di studi grazie alla presenza di una Scuola di Alta Formazione e di aziende, come MBL SOLUTIONS che, nonostante la crisi, tengono botta e progettano il proprio futuro industriale e l’incremento del proprio personale. L’ambizioso progetto dell’azienda pugliese nel settore delle tecnologie fotovoltaiche di nuova generazione è in continua evoluzione: di recente una delegazione aziendale ha incontrato a Roma i rappresentanti del Governo del Venezuela molto interessato alle offerte tecnologiche in applicazione al Fotovoltaico. E nei prossimi mesi la società siederà al tavolo con il Ministro dello Sviluppo Economico per definire i termini di una “joint venture” tra MBL ed il Governo venezuelano per allestire una fabbrica di moduli fotovoltaici presso il loro paese.

Nella foto un momento dell’incontro con la delegazione venezuelana

One comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top