48pm, l’app di notizie definitiva per una rassegna stampa gratuita

Shares

48pm è l’app di notizie gratuita che davvero mancava sul Play Store di Google e sull’App Store di Apple. Verrebbe da pensare che una possa valere l’altra, oppure che Google News sia più che adeguato per soddisfare ogni esigenza informativa, ma quello che ha realizzato un team di sviluppatori italiani capitanato da Amedeo Celletti è capace di rimettere in discussione ogni convinzione.

“48pm è un orario inventato, qualcosa che va oltre il tempo”, spiega Celletti. “Si tratta pur sempre di un’applicazione per leggere le notizie pubblicate online da tutte le principali testate giornalistiche e blog specializzati, nazionali e internazionali, ma abbiamo cercato di spingerci oltre”.

Oggi la maggior parte delle app o dei servizi online dedicati alle notizie si limita ad aggregare i contenuti provenienti da diverse testate semplicemente sulla base di categorie tematiche e cronologia di pubblicazione. L’app del team di Celletti, sfruttando la base di conoscenza del progetto collaborativo di Wikidata e algoritmi di machine learning, analizza e identifica ogni singolo elemento contenuto in un articolo apprendendo ogni giorno nuove competenze e affinando la sua capacità analitica. Sulla base di queste rilevazioni stabilisce affinità tematiche e suggerisce all’utente nuovi percorsi di lettura e approfondimento.

“Tutte le notizie vengono analizzate, raggruppate e creati collegamenti tra articoli per offrire un’informazione completa ed efficiente ma è comunque sempre e solo l’utente finale a scegliere cosa gli interessa davvero leggere”, sottolinea Celletti.

48pm per Android, iOS e web app

48pm, dopo quasi due anni di sviluppo, è disponibile per le piattaforme Android e iOS; non manca poi una versione accessibile via PC tramite browser (www.48.pm). Oggi il servizio è completamente gratuito, privo di pubblicità e non richiede la creazione di un account, quindi è assicurata la massima privacy.

L’interfaccia grafica prevede quattro sezioni distinte: la prima pagina, di fatto una homepage riepilogativa dei principali fatti del giorno; la rassegna stampa; gli archivi personali; le preferenze per personalizzare l’esperienza.

Prima pagina è una panoramica che copre tutte le aree tematiche, con gli articoli, i video e le dirette streaming più importanti in evidenza. Inoltre fornisce funzioni di ricerca e un accesso rapido agli ultimi articoli da argomenti e autori preferiti. Ovviamente può essere personalizzata in ogni dettaglio.

Rassegna stampa invece è lo strumento di eccellenza per comporre la propria vetrina informativa stabilendo esattamente quali argomenti, temi o testate seguire. Il tutto con la possibilità di attivare preferenze che consentono di essere costantemente aggiornati su specifici argomenti presidiati da fonti selezionate. Ogni articolo proposto è accompagnato da una serie di connessioni, come la fonte, l’autore, l’area ed eventuali correlati. Questi elementi possono essere utilizzati per leggere articoli correlati o diventare con un click parametri da memorizzare per le rassegne future.

Archivi è l’area dove vengono memorizzati tutti gli articoli preferiti o quelli ancora da leggere.

Infine Preferenze è il punto di riferimento per ogni impostazione generale. Quindi si possono selezionare o escludere fonti, autori, argomenti e contenuti. Si può intervenire praticamente su qualsiasi aspetto dell’applicazione: dalla dimensione dei caratteri, alla forma delle immagini, senza contare le modalità di condivisone dei contenuti.

Utile anche la funzione anti-spoiler che permette di nascondere temporaneamente gli articoli che anticipano riferimenti a serie TV, film o eventi sportivi. Non manca un sistema di sincronizzazione che permette di accedere al servizio da ogni tipo di dispositivo senza perdere configurazioni, dati e parametri. Il tutto digitando semplicemente un codice alfanumerico sui terminali impiegati.

“La nostra app polarizza le reazioni degli utenti: molti la adorano, qualcuno la trova eccessiva. In verità si può usare tranquillamente senza intervenire sulle personalizzazioni, ma accogliamo le critiche come stimolo positivo e siamo costantemente al lavoro per migliorare interfaccia e sistema”, ha concluso Celletti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top