A Bari il “Festival delle donne e dei saperi”

Shares

Cinque giorni di arte, cinema e teatro, dedicati ai temi della violenza, dell’identità di genere e del femminismo. Prende il via  a Bari il “Festival delle donne e dei saperi di genere“, in programma fino al 3 aprile prossimo nell’ex Palazzo delle Poste, in piazza Cesare Battisti. Le cinque giornate, organizzate dal Centro Interdipartimentale di Studi sulla Cultura di Genere dell’Università degli Studi di Bari, sono incentrate sulla scoperta del valore della differenza e prevedono seminari, mostre, proiezioni di film e lo spettacolo teatrale della regista Maria Filograsso, dal titolo “La seconda stanza”, con la partecipazione di docenti universitari dei più importanti Atenei italiani, scrittori, psicanalisti e rappresentanti di associazioni locali.

Si tratta di un Festival unico in Italia nel suo genere – afferma la responsabile dell’organizzazione,Francesca Recchia Luciani –  in cui affrontiamo questi temi anche attraverso l’arte, il cinema e il teatro; per questo intendiamo restare qui, nonostante finanziamenti pressoché inesistenti”.

Il ricco calendario di eventi è stato illustrato dalla professoressa Rosa Gallelli (coordinatrice del comitato scientifico-organizzativo) e dalle rappresentanti di alcune tra le istituzioni e associazioni locali che hanno collaborato al festival, tra le quali il Centro Studi dell’Apulia Film Commission, deiCineporti di Puglia e della Mediateca pugliese, l’Accademia delle Belle ArtiArcilesbica- Mediterranea Bari e Link studenti.

Il primo appuntamento è previsto oggi, alle ore 16,30, con  il seminario “Femminismi e questioni di genere”. Introdurranno i lavori  le docenti Francesca  Recchia Luciani e Rosa Gallelli (Centro Interdipartimentale Studi Cultura di Genere UniBA), con i saluti del Magnifico Rettore Antonio F. Uricchio dell’Università degli Studi di Bari “A. Moro” e gli interventi di Valeria Stabile (Arcilesbica Mediterranea Bari) e Sara Acquaviva (Link studenti), insieme a Maria Luisa Boccia dell’Università la Sapienza di Roma, la scrittrice e saggista Paola Guazzo e Natascia Mattucci dell’Università di Macerata.

Il Festival, patrocinato dal Comune di Bari, ha ricevuto il sostegno dell’Assessorato Mediterraneo Cultura Turismo della Regione Puglia, Accademia di Belle Arti Bari, Arcilesbica Mediterranea Bari, Mediateca Regionale Pugliese, Centro Studi Apulia Film Commission, Nuovo Teatro Abeliano, Link, Torino GLBT Film Festival, Punti Cospicui, Oggetti smarriti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top