Alla scoperta delle eccellenze siciliane

Shares

È il palcoscenico ideale per esporre i propri prodotti, interfacciarsi con buyer nazionali ed esteri, aprire le porte di casa propria e mostrarsi in pubblico con una veste ad hoc. Tutto questo è Si-Ci-Lia 2014, la rassegna-evento in programma dall’11 al 13 aprile prossimo presso l’elegante Palazzo delle Fontane a Roma Eur. L’iniziativa si pone l’obiettivo di far conoscere al grande pubblico le eccellenze delle piccole e medie imprese siciliane. Il visitatore viene condotto attraverso sapori, odori, scenari mitologici e sound tipici alla scoperta della ‘sicilianitudine’.

Alimentazione, artigianato, design, arte, tecnologia, turismo e cultura sono i temi che consentiranno al visitatore di compiere un’esperienza multisensoriale e di catapultarlo all’interno della tipica atmosfera isolana.
Cinquanta stand di altrettante aziende sono pronte ad accogliere il pubblico, facendogli scoprire le loro fantastiche realtà produttive. E’ una manifestazione rivolta a tutti: generici appassionati e visitatori, operatori del settore, buyer italiani ed esteri.

All’interno di  SI-CI-LIA 2014  verrà allestito un ristorante curato e gestito dallo chef Natale Giunta dove poter degustare ogni giorno specialità del territorio siciliano. Natale Giunta è il famoso chef del ristorante “Sailem” presso il Castello a Mare di Palermo, oltre a essere noto per le sue partecipazioni nella trasmissione tv “La prova del cuoco” di Antonella Clerici. Nel marzo 2014 sbarcherà a Miami, data in cui è  prevista l’apertura di “Sicilia“.

I visitatori potranno compiere un vero e proprio percorso gastronomico attraverso le varie province dell’isola e le loro peculiarità culinarie. Non mancheranno momenti di degustazione totalmente gratuiti dei grandi classici della cultura enogastronomica siciliana.

Tra i promotori e organizzatori anche Annamaria Imondi, proprietaria di una società di comunicazione del messinese. “Il mio lavoro mi ha insegnato che la cucina è un ottimo ambasciatore della cultura di un popolo, ma non basta assaggiare la pasta con le sarde o i cannoli alla ricotta per conoscere la Sicilia. Questa nostra iniziativa non è una fiera, né una mostra – ha sottolineato lo chef Natale Giunta – vorremmo riuscire a portare a Roma i colori, i profumi, i gusti, le atmosfere della Sicilia. Sarà come aprire la porta della nostra casa per mostrare che, ben oltre gli stereotipi che riguardano la realtà siciliana, ci sono idee nuove, nuovi prodotti e tanta voglia di futuro“.

Sull’idea del nome dell’evento interviene Annamaria Imondi: “La prima sillaba “Sì” parla della positività, perché vogliamo far emergere tutto ciò che di positivo c’è in Sicilia. La sillaba “ci” sta per gruppo, coralità, stare insieme. Infine, la sillaba “lia” significa lietezza, allegria, quella felicità e quell’umorismo che sono così presenti nel carattere di noi siciliani. Tre piccole sillabe che parlano della nostra terra e della nostra gente e che vorremmo, con questa nostra iniziativa, far conoscere meglio e apprezzare a Roma, in Italia e in tutto il mondo”.

L’intento è anche quello di accrescere il turismo in Sicilia, ed è proprio per questo motivo che all’evento saranno fruibili i cosiddetti Sicilian Box”, ovvero dei pacchetti per vacanze in territori siculi venduti a prezzi modici, e non mancherà certamente l’angolo affari, per gli incontri di buyers sia italiani sia stranieri.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top