30 anni fa la morte di Andy Warhol, a Matera una mostra a lui dedicata

Shares

Ad Andy Warhol, figura simbolo del movimento della ‘Pop Art’ e tra gli artisti più influenti del XX secolo, sarà dedicata una mostra a Matera, Capitale Europea della Cultura per il 2019.

Si tratta di un omaggio al personaggio poliedrico, commemorandolo così nel 30° anniversario dalla sua scomparsa (avvenuta, per l’appunto, a New York il 22 febbraio 1987).

Warhol è stato un po’ tutto: pittore, scultore, regista, produttore cinematografico, direttore della fotografia, attore, sceneggiatore e montatore.

Titolo della mostra è ‘Made in Usa by Andy Warhol’ e sarà curata dal critico d’arte Graziano Melanoscina.

Nel presentare l’iniziativa artistica, Melanoscina ha detto: “La retrospettiva presenta un percorso completo di tutto il lavoro svolto nella carriera dell’artista che va dalla serie delle polaroid, alla serie delle icone e i ritratti, tutti gli oggetti e i manifesti pubblicitari, la serie degli strumenti musicali e i vinili. La coloratissima serie dei Flowers e degli Space Fruit, la fantomatica serie di personaggi dei fumetti Myths, sino agli intramontabili Self Portrait. L’utilizzo di colori accesi e contrapposti, l’esaltazione di idoli rappresentativi in uno schema che si può riassumere nei concetti base di bellezza-potere-moda, il consumismo, la ripetitività, l’arte di Andy Warhol è insomma la raffigurazione di un’epoca attraverso le sue immagini chiave. Le sue serigrafie di personaggi famosi o di prodotti di largo consumo diventano il manifesto di un’attenzione maniacale all’immagine, all’apparenza, e soprattutto sfidano sfacciatamente il mondo dell’arte tradizionalmente intesa”.

Si potrà visitare la retrospettiva – con 30 opere – dal 26 febbraio al 26 marzo, allestita presso la Fondazione Sassi, via San Giovanni Vecchio 7, nel rione Sasso Barisano.

La mostra sarà aperta al pubblico da lunedì a giovedì, dalle 12 alle 18, e d venerdì a domenica, dalle 10 alle 18.

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di innovazione e tecnologia, di sociale, di cultura e di scuola. È communication manager e vicepresidente di Digital Media, partner editoriale di ANSA.it, già service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top