Questo sito contribuisce
alla audience di

Da Porto Empedocle al Qatar, il ‘sarto’ della famiglia reale di Doha

Shares
Marco Castelli

Da testimonial e modello, a couturier (creatore di alta moda) per la famiglia reale di Doha, nel Qatar. E’ l’ascesa di Marco Castelli, 28 anni, che da Porto Empedocle, in Sicilia, ha conquistato il mondo della moda. E non solo.

Per lavoro, infatti, ha collaborato con colossi quali Chanel, Ferrè e Benetton. Ha viaggiato tanto, da New York a Shangai, da Pechino a Tokyo e Los Angeles, facendosi coinvolgere dal mondo della moda, arrivando a disegnare collezioni di abiti e capi unici. Fino ad approdare come stilista in Qatar.

“Sto lavorando su un progetto molto ambizioso – ha spiegato Castelli all’Ansa -. Da qualche tempo, infatti disegno e realizzo abiti per la famiglia reale di Doha e il prossimo 19 aprile, si svolgerà un evento con la scuola Virginia Commonwealth university”.

Ma senza dimenticare le origini. Nel corso dell’anno, infatti, Castelli organizzerà una serie di eventi anche in Sicilia e nel resto d’Italia per promuovere la sua attività. “Sfilare è la mia vita – dice lo stilista – anche se in seno alla moda io riesco pure a disegnare: preferisco usare un termine diverso per le mie creazioni, io amo specificare che i miei abiti li dipingo, prima di portarli alla realizzazione; l’arte e lo stile italiano sono qualcosa di meraviglioso che ci riconoscono a livello mondiale”.

Ora ha conquistato anche la famiglia reale di Doha, che veste gli abiti creati da lui. “Mi sento ovviamente molto gratificato ma nel contempo sono convinto che il mio sia un piccolo passo che porta la nostra nazione sempre più in alto in ambito stilistico”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top