Ecco la stanza per difendersi dal terremoto. L’idea di D’Intino

Shares

Si chiama Madis Room ed è una gabbia metallica che mediante una protezione passiva è in grado di proteggere le persone all’interno di un ambiente durante un terremoto.

La struttura è stata presentata a L’Aquila dalla Madis Costruzioni, proprio nella settimana del Salone della ricostruzione, durante un evento in cui era presente anche la stampa. “E’ un nuovo modo di fare prevenzione sismica – hanno riferito gli addetti ai lavori – una stanza che va installata in ogni appartamento, che ha la capacità di rallentare l’ingresso della polvere e di resistere a eventuali crolli”. “La stanza – aggiungono gli esperti della Madis – è anche in grado di resistere a eventuali incendi o svolgere il ruolo di “panic room”, contro ladri e malintenzionati”.

E’ stata costruita con materiali caratterizzati da un mix di fibre e acciaio inox –  ha riferito Antonio D’Intino ex presidente regionale dell’Associazione costruttori (Ance) e artefice del brevetto – che la rendono estremamente resistente e unica nel suo genere. Dopo quanto è successo a L’Aquila ho creduto fosse necessario realizzare un involucro che proteggesse le persone in caso di crollo.  Il territorio italiano – ha ricordato – è ad alta sismicità e allo stato attuale delle cose il rischio per la vita delle persone è elevato visto che da un lato i terremoti non sono prevedibili e dall’altro i piani di prevenzione sono insufficienti. Se poi aggiungiamo che le strutture costruite prima degli anni ottanta (l’80% circa) non sono state realizzate seguendo le norme antisismiche si può intuire quale sia la realtà dei fatti. Grazie a questa struttura – ha concluso – se prima ci si rifugiava sotto un tavolo o un muro portante, ora sarà sufficiente chiudersi nella ‘Madis Room’ per essere più sicuri”.

Nei prossimi giorni, questa “nuova tecnologia” verrà immediatamente sottoposta a un test, che verrà effettuato nella zona di Santa Maria di Farfa (in centro): la “gabbia” verrà inserita in un edificio da demolire, per verificare gli eventuali danni e il grado di sicurezza della struttura stessa.

Emilio Lanese

Collaboro con Primapress Agenzia di Stampa Nazionale, occupandomi principalmente del settore cultura. Per la stessa sono stato corresponsabile fanpage. Collaboro con Gosalute, per il quale svolgo le medesime mansioni. Ho lavorato per Lookout-tv.eu, Gotecno e mi sono occupato di Gomolise. Attualmente lavoro con la redazione di Restoalsud per la quale realizzo articoli e ne gestisco l’editing; mi occupo del settore salute e benessere di Gosalute per Tiscali e gestisco la piattaforma Thelemapress per l’inserimento di contenuti su Tiscali per Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top