Il bimbo calabrese che parla a telefono con #PapaFrancesco

Shares

Aveva scritto un lettera a Papa Francesco. Gli chiedeva di pregare per sua zia malata. Solo questo. Pregare. Le preghiere di un papa valgono di più, deve avere pensato.

Poi qualche giorno fa, alle 18.00, la sua casa va in subbuglio. Era arrivata una telefonata dalla Santa Sede. Chi sarà mai? Era papa Francesco e voleva parlare con il piccolo.

Sono stati i genitori del bambino ad informare poi il parroco della parrocchia di loro appartenenza, la San Nicola di Bari, di Mendicino in provincia di Cosenza.

Ed è stata la chiesa via facebook a divulgare la notizia.

“E’ stato il più bel regalo che abbiamo ricevuto nella nostra vita” hanno dichiarato i genitori del piccolo a don Enzo Gabrielli. “La conversazione si è svolta in un clima di grande cordialità.”

Il parroco conosce bene il bambino perché lo ha battezzato qualche anno fa. Ed ha detto che il Santo Padre si è informato delle condizioni di salute della zia affidandola alle sue preghiere.

Ancora un gesto umile ed importante di un uomo straordinario che sta segnando il nostro tempo.

Francesca Giovannoli

Francesca Giovannoli, 34 anni, architetto, coordina un workshop di interior design presso l’Università di Teramo. Attualmente è nello staff di professionisti che si occupa di un importante cantiere sulla costa abruzzese.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top