Il Papa al nuovo cardinale: “Vivi in povertà”

Shares

Franco Montenegro fino a ieri era l’arcivescovo di Agrigento, ma a Lampedusa tutti, a cominciare dal sindaco Giusi Nicolini, lo chiamavano “don Franco”.

Oggi è cardinale. Messinese nato nel ‘46, Montenegro è uno degli animatori della accoglienza alle migliaia di immigrati che dal mare sbarcano sull’isola cercando una nuova possibilità di vita. Era presente a fianco di papa Francesco nel primo viaggio del pontificato, nel luglio 2013 a Lampedusa, con il quale il Papa indicò alla Chiesa italiana e alla Chiesa di tutto il mondo, il suo sogno di una Chiesa dalle porte aperte, presente e accogliente in tutte le periferie del mondo.

«Inizialmente pensavo ad uno scherzo. Poi in sacrestia ho scoperto che era tutto vero e la cosa mi ha un po’ stordito anche perché, ve lo assicuro, non ne sapevo nulla» ha raccontato il nuovo cardinale.

«Non è uno scatto di gradi – ha precisato – ma un servizio in più che si chiede e che devo continuare a svolgere così come ho fatto fino ad ora.
Con la nomina a Cardinale non cambierò per nulla registro né batterò il pugno sul tavolo. Non aspettatevi cambiamenti, il mio impegno sarà quello di sempre. Quello che ho fatto e continuerò a fare è solo il mio dovere che è legato al Vangelo».

Monsignor Montenegro ha poi rivelato di avere telefonato al Papa «ringraziandolo per la fiducia che mi ha accordato; Lui mi ha chiesto di lavorare in povertà. Non mi ha fatto alcuna raccomandazione se non quella frase “vivi in povertà” e credo che questo sia la chiave di tutto».

Iwona Harezlak

Mi chiamo Iwona e sono laureata in Filologia polacca. Da 8 anni vivo in Italia di cui amo storia, usi e tradizioni. Nell'anno 2010 ho frequentato il corso di italiano con certificato rilasciato dall`Univerisità di Perugia. Sto collaborando con le scuole come mediatore culturale. Con aziende pubbliche e private come traduttore e con vari siti e portali editoriali come: Gosalute.it, Lookout.tv, Primapress.it. Sono Iscritta a Registro Pubblico dei Mediatori Culturali della Provincia di Foggia.

Comments (2)

  • Avatar

    IzzyVegup

    9 Gennaio 2015 - 16:59

    Vivere in povertà come il cardinal Bertone da poco in pensione con una misera liquidazione milionaria,una povera pensione d’oro maturara con fatica (ah ah ah ah) dopo una vita di stenti ricavata dal misero salario di appena 200.000 euro annui,ora Bertone si itirerà in una umida e piccola cella di appena 700 metri quadrati con 16 stanze 5 bagni,piscina e parco,
    per muoversi solo l’autista con mercedes e per mangiare solo pasti frugali da scegliersi tra caviale,aragoste,cinghiali,storioni,vitelliu da latte in crosta e per bevande solo delle bevande
    più pregiate.
    Mi chiedo come faranno tutti questi ricconi delle gerarchie vaticane che vivono nel lusso,nell’ozio e nell’oro a passare dalla famosa cruna dell’ago.

    Rispondi
  • Avatar

    monrefuge1mon

    9 Gennaio 2015 - 19:24

    vivi in povertà, che a vivere nello sfarzo ci penso io.
    E non una parola contro gli islamici, ovviamente…

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top