Dopo alcuni anni di assenza, ritorna in Basilicata il campionato di calcio a 11 femminile. La competizione vede la partecipazione delle società Avigliano Calcio, Az Picerno, Potenza Calcio e Raf Vejanun Viggiano, è stata presentata stamani nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la sede del Comitato Regionale della Lnd Basilicata. Erano presenti il presidente del CRB Piero Rinaldi , i consiglieri Pino Greco e Gianluca Tartaglia, il coordinatore del SGS di Basilicata Carlo Ottavio, il CT della Rappresentativa femminile di calcio a 11 Pietro Polino, l’assessore allo sport del comune di Picerno Carmela Marino e la presidente della Commissione Regionale per le Pari Opportunità Angela Blasi.

“Essere riusciti a organizzare il campionato femminile di calcio a 11 – ha evidenziato il presidente del Comitato Regionale della Lnd Basilicata, Piero Rinaldi– è motivo di orgoglio per tutto il Comitato. Sono quattro le società partecipanti che si affronteranno in gare di andata e ritorno che si disputeranno su campi in erba sintetica. Una soluzione ottimale per lo svolgimento della gare anche in occasione di condizioni meteorologiche non favorevoli. Continueremo a lavorare, anche in futuro, per la crescita del movimento calcistico femminile nella nostra regione. L’apertura del Centro Tecnico Federale di Tito va proprio in questa direzione”.

Fondamentale per centrare l’obiettivo è stata la disponibilità delle società e delle amministrazioni comunali. “ Saluto con entusiasmo il ritorno del calcio a 11 femminile in Basilicata – ha dichiarato l’assessore allo sport del comune di Picerno, nonché responsabile della squadra femminile di calcio a 11, Carmela Marino-. Credo che questa sia un’occasione da sfruttare al punto che ho deciso di scendere anch’io in campo per dare l’esempio alle ragazze più giovani. Come amministratrice sento la responsabilità di incoraggiare e promuovere lo sport e il calcio femminile in particolare che oltre a una forma di emancipazione può diventare un volano per lanciare messaggi anche contro la violenza di genere”.

Su questo concorda la presidente della Commissione Regionale per le Pari opportunità. “Il calcio – ha affermato Angela Blasi– conferma di essere un formidabile strumento di inclusione sociale per lanciare tematiche fondamentali per la crescita di una società inclusiva fondata sul valore della differenza”.

Sono in progetto eventi sportivi sia di calcio a 11 sia di calcio a 5 femminile per celebrare la Festa della donna in occasione dell’8 marzo.