Jobyourlife raggiunge 1 milione di utenti iscritti e supera i 150mila colloqui di lavoro

Shares

Siamo diventati il più grande professional network Italiano”.

Jobyourlife, startup che conta ormai 25 dipendenti divisi tra gli uffici di Milano e Cagliari, supera i 150mila colloqui di lavoro e diventa il più grande professional network made in Italy con 1 milione di utenti iscritti e una crescita costante.

“In quattro anni siamo riusciti a creare qualcosa che non mi sarei mai aspettato: ricordo ancora quando non vedevo l’ora di riuscire a entrare in contatto con qualche azienda per fare utilizzare il nostro servizio. Ora che abbiamo superato i 150mila colloqui di lavoro e raggiunto 1 milione di utenti mi sembra davvero qualcosa di straordinario – spiega Andrea De Spirt, 27 anni, CEO e fondatore di Jobyourlife. – In tre anni siamo diventati il più grande professional network fatto in Italia da italiani, come Viadeo in Francia o Xing in Germania, e questo ci rende orgogliosi di aver puntato tutto sul nostro Paese e aiutato tante persone a trovare un lavoro. Abbiamo chiuso da poco un nuovo aumento di capitale pari a 600mila euro e abbiamo raggiunto il primo milione di iscritti ma, in ogni caso, il nostro obiettivo principale rimane sempre quello di trovare lavoro al maggior numero di persone e di diventare un punto di riferimento a livello internazionale per la ricerca di lavoro. L’internazionalizzazione, infatti, è il prossimo step di Jobyourlife: stiamo valutando il mercato Russo e ci sono ottime probabilità che apriremo lì a fine 2016”.

Jobyourlife, inoltre, è stata nominata tra le 14 startup più promettenti nel campo del recruiting, a livello europeo (selezionate da Mind the Bridge per Openjobmetis) e sta lavorando all’implementazione di nuovi servizi dedicati a startup e aziende, per cercare di migliorare costantemente le dinamiche del recruiting.

Vedi Annunci di Lavoro nel Network Marketing

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di innovazione e tecnologia, di sociale, di cultura e di scuola. È communication manager e vicepresidente di Digital Media, partner editoriale di ANSA.it, già service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top