L’arcivescovo di #Istanbul Boghos Levon Zekjyan all’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici fondato da Gerardo Marotta

Shares

Un evento di portata internazionale, come è nella natura stessa dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, si svolgerà nel Palazzo Serra di Cassano in Napoli, sede storica dell’Istituto, che accoglierà la manifestazione in programma per il prossimo dieci febbraio.

E’ un incontro tra personalità di spicco intellettuale, culturale, spirituale di impareggiabile spessore che vedrà la partecipazione di Monsignor Boghos Levon Zekjyan e di Gerardo Marotta,  fondatore e presidente dell’Istituto, mente brillante e vigile sulla storia culturale del passato e di quella contemporanea.

Monsignor Zekjyan – nato in Turchia ma vissuto per quasi mezzo secolo a Venezia – nominato da Papa Francesco Amministratore Apostolico sede plena dell’Arcieparchia di Istanbul, è apprezzato e conosciuto non solo per essere considerato uno degli studiosi di storia armena più in vista nel mondo – già docente di Lingua e Letteratura armena presso l’Università Cà Foscari di Venezia – ma anche quale profondo conoscitore della società e della storia turca e  per il suo costante impegno sul tema del dialogo tra le religioni.

L’evento, previsto per le sedici e trenta, sarà incentrato sul tema  Oriente-Occidente/ Riflessioni su alcune applicazioni di categorie assiologiche fondamentali del convivere sociale: Rispetto per l’uomo, democrazia, libertà, laicità e vedrà la partecipazione  di Esther Basile, attiva e propositiva delegata dell’Istituto e Presidente dell’Associazione Culturale Eleonora Pimentel  con gli interventi di Adriana Buffardi, Lucia Stefanelli Cervelli, Rita Felerico, Carmela Maietta. Videoproiezione e videoriprese a cura di Rosy Rubulotta che, nel viaggio fatto con la Basile alla volta di Istanbul, in occasione della Cerimonia celebrativa per l’insediamento di Monsignor Zekjyan, ha svolto un interessante reportage fotografico.

Presentazione boghos

Maria Stella Rossi

Giornalista e scrittrice con attenzione costante per la storia, i saperi della tradizione e quelli artistici della sua regione, il Molise, nella quale ha scelto di restare, vive in un borgo, Cerro al Volturno, paese a ridosso del Volturno, con castello turrito del XV sec. Autrice di volumi dal carattere storico-artistico quali Il Tombolo nel cuore di Isernia, libro che traccia attraverso l’oralità e le memorie locali la storia di un’arte manuale arrivata ad Isernia nel XV secolo; Le benedettine di San Vincenzo al Volturno( incentrato sulle figure umane, spirituali e culturali delle monache benedettine americane che hanno rifondato il cenobio dell’VIII sec.); Fornelli tra storia e tradizione; Parole canzoni preghiere ed altro in dialetto fornellese con cd di antichi canti e preghiere di fine Ottocento; ha contribuito alla scrittura delle guide turistico- culturali: Scapoli e il Museo della zampogna; Agnone e l’Alto Molise; Il tombolo di Isernia, una suggestione dal passato. Ha realizzato ( in collaborazione ) il Museo civico del Tombolo di Isernia; ha pubblicato la raccolta di racconti Guasti, il volume Alla corte di Valentino ( con Sebastiano Di Rienzo, sarto del noto stilista); scrive per la rivista D’Abruzzo, periodico di turismo- cultura- ambiente, per la rivista Il Ponte Italo-americano che si pubblica negli USA, per il giornale Il Quotidiano del Molise, per i magazine CriticArt e Enneti notizie teatrali e di cultura, per i giornali on line ecodelmolise, gambatesaweb, colibrimagazine, altosannio, teleaesse. Ha vinto il premio speciale di Giornalismo culturale nel 2004. Si interessa di critica d’arte e di cura di cataloghi d’arte. E’ stata nominata dalla Rete Italiana di Cultura popolare ( Torino), Cercatore di Tracce; è ideatrice, organizzatrice e promotrice di convegni, presentazioni e del premio letterario nazionale ( in collaborazione) L’Iguana- Castello di Prata Sannita –CE; ha ideato e realizzato dvd dal carattere artistico; componente di associazioni culturali per la valorizzazione e la diffusione della cultura locale e nazionale.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top