Questo sito contribuisce alla audience di

Le università della Campania viaggiano sulle autostrade digitali

Shares

La Campania sarà la prima regione d’Italia ad azzerare il digital divide. Con la banda larga e ultralarga verrà garantito internet veloce per tutti entro il 2015. Nell’attesa intanto, è stato firmato un accordo tra la Regione e le sette università presenti sul territorio  per l’attuazione di Rimic, la Rete di Interconnessione Multiservizio Interuniversitaria Campana.

Si tratta di una autostrada digitale pensata per garantire la comunicazione, la cooperazione e l’erogazione di servizi a valore aggiunto per tutti gli atenei campani. Rimic potrà veicolare il traffico e i servizi delle pubbliche amministrazioni, ma soprattutto  ‘soccorrere‘, in caso di guasto, il data center regionale. “La rete interuniversitaria Rimic – affermano i promotori – è un esempio di come enti pubblici diversi possano condividere un obiettivo comune e cooperare per raggiungerlo“.

Tutto prende il via da un bando pubblicato, mesi fa, dall’Università Federico II per la realizzazione dell’Infrastruttura di backbone RIMIC. Questa iniziativa, finanziata nel Piano Operativo Nazionale ‘Ricerca & Competitività del MIUR, si inquadra fra le sinergie strategiche portate avanti dal GARR (rete italiana dell’Università e della Ricerca) con le reti regionali e metropolitane, favorendone lo sviluppo e l’integrazione con la rete nazionale GARR-X in fibra ottica.

Lo scopo di questa rete – spiegano ancora – è quello di investire risorse pubbliche per realizzare e gestire, in piena autonomia e in totale indipendenza dai provider privati, un’infrastruttura che possa garantire la comunicazione, la cooperazione e l’erogazione di servizi a valore aggiunto per tutte le strutture degli Atenei dislocati nelle principali aree urbane per gestire a fattor comune gli asset esistenti, attraverso l’interconnessione e il potenziamento delle reti metropolitane universitarie in fibra ottica già esistenti“.

Le sue caratteristiche e la sua estensione rendono  tale infrastruttura potenzialmente idonea a raccogliere e veicolare i molteplici dati delle pubbliche amministrazioni, garantendo cooperazione, interoperabilità, economie di scala e sinergie fra le infrastrutture pubbliche esistenti.

Ma il progetto Rimic ha anche un ulteriore elemento di interesse: il Campania Internet Exchange(CIX), un punto di interscambio, in un contesto tecnologico totalmente neutrale e indipendente, dove gli operatori ospitati possono offrire servizi di connessione alle amministrazioni interconnesse a RIMIC ed essere mutuamente interconnessi tra loro.

Giuseppe Lanese

Giornalista professionista, comunicatore e formatore. E' tra i fondatori di Restoalsud e caporedattore della stessa testata. E' responsabile cultura dell’agenzia di stampa nazionale Primapress. Ha curato dal 2009 al 2015 il blog "Parole e Musica" di Repubblica.it. Attualmente scrive e realizza video interviste per Tiscali.it sui temi della cultura e dell'innovazione e, sempre per Tiscali, si occupa del coordinamento nazionale della rete news delle regioni. Collabora con l'Università Telematica Pegaso per il corso di "Comunicazione digitale e Social Media" come cultore della materia ed è responsabile comunicazione dell'Ufficio Scolastico del Molise.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top