Questo sito contribuisce alla audience di

Migranti, il Tar Molise sospende il trasferimento

Shares
Migranti in Molise

Il Tar Molise, con ordinanze presidenziali d’urgenza, ha sospeso i provvedimenti di trasferimento di migranti dai centri di accoglienza dei Comuni di Macchiagodena, Cantalupo, Sant’Elena Sannita (Isernia) verso Isernia, decisi dalla prefettura e adottati prima di Pasqua, con esecuzione entro la vigilia della festività.

Lo comunica lo studio legale Iacovino di Campobasso che, con gli avvocati Vincenzo Fiorini e Silvio Di Lalla, aveva presentato ricorso su richiesta dei gestori delle strutture. Il Tar ha disposto di “lasciare inalterata la situazione dei ricorrenti fino alla prossima udienza del 9 maggio“. I legali rilevavano che “non è stata concessa neanche la possibilità ai richiedenti asilo di esprimere osservazioni a riguardo; necessarie si palesavano tali considerazioni, visto che i migranti sono inseriti in percorsi di integrazione socio-culturale avanzata”. Ora, da parte dei legali, l’auspicio che intervenga la Prefettura in autotutela e la Procura per verificare la correttezza dell’operato.

Proprio in Molise, nei mesi scorsi aveva fatto scalpore e avuto risalto mediatico il caso dei migranti trasferiti dal Centro di accoglienza straordinaria (Cas) ‘Xenia’ di Ripabottoni (Campobasso) – chiuso per l’apertura dello Sprar – in altri paesi del Molise, con la ribellione del paese. Ultimo in ordine di tempo, l’interesse del periodico francese ‘Le Monde’ che ha dedicato cinque pagine nel reportage compiuto dal giornalista Thomas Saintourens (Leggi: Il caso Ripabottoni su ‘Le Monde’: paese in rivolta per riavere i migranti)

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top