Reperti sfortunati a Pompei. Prima rubati, ora sono caduti

Shares

Quando la sfortuna si accanisce non v’è scampo. E dispiace particolarmente se a farne le spese sono dei reperti bimillenari della vecchia Pompei, quella seppellita dalla lava del Vesuvio.

Tali oggetti erano stati trafugati nel 1970 e poi sequestrati a collezionisti ed antiquari, che li avevano acquistati illegalmente.

Per tutti questi anni sono rimasti custoditi nei caveau giudiziari e quando sono stati rimessi in condizione di tornare a casa, ecco che succede l’imprevisto.

Nella mostra che li ospitava ha ceduto una teca espositiva dell’Antiquarium di Pompei. Così si sono danneggiati quattro vasetti, più una piccola anfora.

A rilevarlo sono stati i custodi della mostra, Il corpo del reato, che hanno allertato la Sopraintendenza.

Ora sono stati avviati i rilievi per capire la dinamica dell’incidente.

La mostra sarà, comunque, visitabile fino alla data stabilita, mentre fervono i preparativi per l’apertura della Casa dei Vettii, dove dovrebbe partecipare il ministro dei Beni Culturali.

Riccardo Trecca

Giornalista e blogger.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top