“Ricomincio dai libri”, dov’è nato Massimo Troisi

Shares

Nata dalla sinergia di tre associazioni, “Ricomincio dai Libri” è la prima Fiera di San Giorgio a Cremano (Napoli), interamente dedicata all’editoria.

Una manifestazione realizzata per la prima volta in città.

Un esperimento di sicuro interesse, frutto del lavoro congiunto di Bottega delle parole, Librincircolo eArenadiana chein collaborazione con il Forum delle Associazioni, puntano a trasformare la due giorni letteraria in un appuntamento irrinunciabile nel panorama editoriale campano prima, e in quello italiano poi. L’obiettivo comune è quello di far divenire, anno dopo anno, Ricomincio dai Libri un punto di riferimento per gli amanti delle lettere e delle arti.

A parlarne con noi Rita Raimondo (Librincircolo), una delle protagoniste di questo progetto ancora in fase sperimentale, ma già pianificato, dai promotori, nei minimi dettagli.

Perché organizzare una fiera del libro proprio a San Giorgio a Cremano?

È nata una sinergia con una validissima associazione, La bottega delle parole, che opera sul territorio di San Giorgio a Cremano. Librincircolo ha accolto con enorme piacere l’idea di organizzare insieme una fiera del libro in una città che è viva dal punto di vista culturale, ma che non ha mai ospitato un evento del genere. Poi, la location di Villa Bruno ha un fascino innegabile…

 

La Città riparte e “ricomincia” dai libri, un chiaro omaggio a Massimo Troisi; a 20 anni dalla sua morte era una scelta obbligata?

Non è la prima volta che Villa Bruno ospita eventi che fanno riferimento esplicito alla figura di Troisi (l’attore è nato il 19 febbraio 1953 proprio nella cittadina campana ndr). In passato c’è stato, infatti, il premio omonimo che ha ospitato cabarettisti e scrittori umoristi di tutta Italia. Crediamo che sia giusto ricordare un nome così amato anche in occasione della nostra manifestazione. È un caso, chiaramente, che la prima edizione della fiera cada nel ventesimo anno dalla morte dell’attore; non è un caso, invece, il nome che abbiamo voluto dare all’evento.

Chi può partecipare alla rassegna fieristica? E come è possibile aderire?

Alla fiera possono partecipare tutti gli editori che desiderano farlo (tuttavia, esiste un limite massimo di spazi disponibili), le associazioni culturali che presenteranno i progetti più interessanti, e gli autori singoli, quelli cioè che hanno voglia di promuovere i propri libri autonomamente in quella occasione. I bandi sono disponibili sul sito della fiera www.ricominciodailibri.it, lì ci sono tutte le informazioni necessarie per aderire.

 Non solo libri, la manifestazione vuole essere soprattutto un momento di incontro, confronto e dibattito. Può svelarci, in anteprima, qualche aspetto innovativo del programma?

Il programma dell’evento è in via di definizione. Tuttavia, possiamo anticipare che, accanto ai “tradizionali” eventi editoriali, vi sarà spazio per laboratori, incontri tematici con ospiti di rilievo, giochi letterari. La presenza delle associazioni culturali e degli autori singoli rappresenta una grande novità rispetto alle fiere classiche. Ovviamente, attraverso i nostri canali informeremo sugli aggiornamenti del programma. Potete seguirci dal sito ufficiale della fiera e dalle pagine Facebook di Librincircolo (https://www.facebook.com/librincircolo) e La bottega delle parole (https://www.facebook.com/labottega.delleparole).

L’evento, che accoglierà oltre 60 espositori tra case editrici, autori e associazioni, si svolgerà dal 21 al 22 settembre 2014 nei locali dell’ex fonderia di Villa Bruno.

La partecipazione è gratuita; per scoprirne di più è possibile visitare il sito della manifestazionewww.ricominciodailibri.it e quelli delle associazioni www.labottegadelleparole.itwww.libriincircolo.itwww.arenadiana.it.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top