';

Salviamo il castello di Acquedolci

Il Castello di Acquedolci fu costruito tra il XVII e il XVIII secolo dai principi di Palagonia, a pochi passi dal mare.

Sebbene oggi sia un rudere in stato avanzato di abbandono, il castello domina ancora la Marina Vecchia di Acquedolci, un piccolo paese della provincia di Messina abitato che vive di agricoltura e artigianato.

Da tempo censito dal FAI – Fondo Ambiente Italiano tra i Luoghi del cuore, sebbene in stato di avanzato degrado, il Castello di Acquedolci è stato periodicamente ripulito e reso più decoroso dagli interventi spontanei.

Ma questo non basta.

Sono convinto che mostrando interesse per la bellezza e la storia di questo luogo si possa fare molto, tutti insieme, perché sia difeso come è scritto nella nostra Costituzione e come chiesto a gran voce dalla comunità che lo ama e lo vorrebbe maggiormente tutelato e valorizzato.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento