Torna il Premio nazionale di cultura “L’Iguana” e tra i partner c’è anche Restoalsud

Shares

Il Premio L’Iguana – Omaggio ad Anna Maria Ortese – conferma anche in questa quarta Edizione 2017 l’ideazione di fondo tutta rivolta a dare risalto al valore della cultura come forza ineludibile per la crescita umana, sociale, interiore. E quest’anno, tra i media partner, c’è anche Restoalsud. Nella sua formulazione e nelle sue finalità, L’Iguana riaccende l’attenzione sul Sapere che integra e irrobustisce ogni azione e pensiero nel segno della condivisione, dell’incontro, della creativa ricerca di espressioni nella narrativa, nella poesia (edita e inedita), nella critica, nella fotografia, nella realizzazione di cortometraggi, nella musica.

Sette, infatti, sono le sezioni del Premio nazionale con legami internazionali – per il secondo anno in gemellaggio con l’Istituto di cultura armena di Istanbul – per altrettante giurie composte da interpreti di spicco della Cultura contemporanea. Questa Edizione 2017, contempla nelle sue finalità anche l’Omaggio a Gerardo Marotta, fondatore e presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, come ricordo e infinita stima per un intellettuale di levatura internazionale dai più definito “impareggiabile”.

Il Castello di Prata Sannita, luogo storico  di rinomata valenza artistica, accoglie per due giorni (sabato e domenica di fine giugno) giurie, studiosi, letterati, musicisti, attori, fotografi, filosofi, ospiti che vivono questa occasione culturale in assonanza con paesaggi, incontri e intenti nel nome dell’Ortese. L’Iguana, in rete con numerose e valide associazioni  e realtà culturali, diviene occasione di riflessione sulla superficiale e spesso inadeguata attenzione per le stesse idealità umane disattese in questo “corpo celeste” chiamato Terra.

(qui i contenuti del BANDO)

Maria Stella Rossi

Giornalista e scrittrice con attenzione costante per la storia, i saperi della tradizione e quelli artistici della sua regione, il Molise, nella quale ha scelto di restare, vive in un borgo, Cerro al Volturno, paese a ridosso del Volturno, con castello turrito del XV sec. Autrice di volumi dal carattere storico-artistico quali Il Tombolo nel cuore di Isernia, libro che traccia attraverso l’oralità e le memorie locali la storia di un’arte manuale arrivata ad Isernia nel XV secolo; Le benedettine di San Vincenzo al Volturno( incentrato sulle figure umane, spirituali e culturali delle monache benedettine americane che hanno rifondato il cenobio dell’VIII sec.); Fornelli tra storia e tradizione; Parole canzoni preghiere ed altro in dialetto fornellese con cd di antichi canti e preghiere di fine Ottocento; ha contribuito alla scrittura delle guide turistico- culturali: Scapoli e il Museo della zampogna; Agnone e l’Alto Molise; Il tombolo di Isernia, una suggestione dal passato. Ha realizzato ( in collaborazione ) il Museo civico del Tombolo di Isernia; ha pubblicato la raccolta di racconti Guasti, il volume Alla corte di Valentino ( con Sebastiano Di Rienzo, sarto del noto stilista); scrive per la rivista D’Abruzzo, periodico di turismo- cultura- ambiente, per la rivista Il Ponte Italo-americano che si pubblica negli USA, per il giornale Il Quotidiano del Molise, per i magazine CriticArt e Enneti notizie teatrali e di cultura, per i giornali on line ecodelmolise, gambatesaweb, colibrimagazine, altosannio, teleaesse. Ha vinto il premio speciale di Giornalismo culturale nel 2004. Si interessa di critica d’arte e di cura di cataloghi d’arte. E’ stata nominata dalla Rete Italiana di Cultura popolare ( Torino), Cercatore di Tracce; è ideatrice, organizzatrice e promotrice di convegni, presentazioni e del premio letterario nazionale ( in collaborazione) L’Iguana- Castello di Prata Sannita –CE; ha ideato e realizzato dvd dal carattere artistico; componente di associazioni culturali per la valorizzazione e la diffusione della cultura locale e nazionale.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top