Parte il progetto “Sos: Salviamo l’Ospedale di Sorrento” che mira a recuperare le facciate del presidio ospedaliero di Sorrento “Santa Maria della Misericordia” che versano da anni in uno stato rovinoso. Tale presidio ospedaliero, unitamente al “De Luca e Rossano” di Vico Equense, costituiscono nell’ambito del Distretto 59, gli “Ospedali riuniti – Area Penisola sorrentina”.

Un’area vasta con migliaia di cittadini e turisti, distribuiti su diversi comuni, da accogliere e soccorrere ogni giorno in caso di bisogno. Per questo la Fondazione Sorrento intende farsi promotrice, con la collaborazione delle amministrazioni comunali dei territori coinvolti e delle tante associazioni presenti sul territorio, di una campagna di crowdfunding civico attraverso la piattaforma Meridonare.it, strutturata in tre fasi, con l’obiettivo finale di reperire le risorse necessarie al rifacimento delle facciate dello stabile che ospita il presidio ospedaliero di Sorrento, e che ammontano a circa un milione di euro.

La scelta del tipo di intervento, oltre a rispondere alla necessità di maggiore sicurezza e decoro, è frutto di una riflessione nata fra i vertici della Fondazione Sorrento, i Sindaci dei comuni della Penisola, nonché della ASL competente; inoltre, la possibilità di integrare risorse pubbliche con risorse private, determinerà un risparmio per le casse pubbliche tale da poter investire le poche risorse a disposizione nel potenziamento strutturale del presidio ospedaliero di Sorrento.

La Fondazione Sorrento, al fine di predisporre la provvista – anche parziale – per l’esecuzione dei lavori, ha ipotizzato che detta azione di finanziamento possa essere al meglio realizzata con il sistema del crowdfunding civico, diviso in tre step da 330mila euro l’uno, per un totale di un milione di euro. Si tratta un finanziamento collettivo di opere e progetti pubblici – al di fuori del budget dell’ente o amministrazione interessati – effettuato da cittadini, organizzazioni e società private, talvolta in match funding con le stesse amministrazioni.
La raccolta fondi, avviene attraverso sia la metodologia classica della raccolta fondi “face to face”, sia attraverso la piattaforma on line di crowdfunding Meridonare, (www.meridonare.it), nonché attraverso strumenti innovativi messi a disposizione da Meridonare come ad esempio il “Donamat“, ovvero un totem touch screen, abilitato a ricevere donazioni con il contante (monete e banconote) e attraverso carte di credito/debito e bancomat; in ogni caso viene rilasciata, all’atto della donazione, una ricevuta dell’importo relativo che potrà essere scaricata in dichiarazione dei redditi dal donatore in linea con le norme vigenti.