Questo sito contribuisce alla audience di

Vietato perdere il treno

Shares

In Italia aumentano le persone che viaggiano in treno, ma con dinamiche molto differenti da Nord a Sud.

Da una parte il successo di treni sempre più moderni e veloci che si muovono tra Salerno, Torino e Venezia – con una offerta sempre più ampia, articolata e con sempre più persone ogni giorno su Frecciarossa (+7,7% nel 2014 ed una previsione nel 2015 tra il 6 ed il 7% di ulteriore crescita) e Italo – e dall’altra la progressiva riduzione dei treni Intercity e dei collegamenti a lunga percorrenza (-22,7% dal 2010 al 2014) su tutte le altre direttrici nazionali, dove si è rimasti fermi agli anni Ottanta come tempi di percorrenza. 

Per far capire la differenza in termini di offerta di treni oggi in Italia, da Roma verso Milano nel 2007 i collegamenti Eurostar al giorno erano 17, mentre oggi tra Frecciarossa e Italo sono 63, con un aumento dell’offerta in 8 anni pari al 370%.

Molto diversa la situazione per le 120 mila persone che ogni giorno prendono i treni della ex Circumvesuviana, a Napoli, che hanno visto un calo dell’offerta di treni del 30%.

Ma una situazione analoga la vive anche chi sui collegamenti nazionali è fuori dai percorsi delle Frecce perché il calo nell’offerta degli Intercity è stata dal 2010 del 19,7% e parallelamente sono calati i passeggeri del 40%.

Un Paese dunque con sempre più treni di Serie A e B, dove si evidenzia in alcune città una vera e propria emergenza per i pendolari, mentre al Sud come una grande questione nazionale. Comunicato stampa

Rapporto Pendolaria 2015: la situazione e gli scenari del trasporto ferroviario pendolare in Italia >>qui 

image1

image2

Claudio Luongo

Musicista eclettico, vive la propria esperienza artistica realizzando musica in forme diverse sempre pervaso da una inarrestabile vena creativa, supportata da una lunga formazione accademica. Compone musica contemporanea colta, musica per l’immagine e musica su commissione per diverse tipologie di progetti, ha firmato brani per documentari, per programmi televisivi, spot pubblicitari, sigle televisive e produzioni varie (Geo&Geo, Linea Blu, Uno Matttina, Cominciamo bene). Sue le musiche del lungometraggio Vitriol. Ha inciso quattro CD di musiche originali da lui scritte e interpretate.

One comment

  • Avatar

    gbravin

    25 Gennaio 2016 - 09:06

    Quoto l’articolo: “… su tutte le altre direttrici nazionali, dove si è rimasti fermi agli anni Ottanta come tempi di percorrenza….”
    Obiezione mia, i tempi di percorrenza sulla Udine.Milano sono quasi identici agli anni ’60 e precedenti, quando il treno era condotto da locomotrici a vapore!
    Mentre gli altri paesi europei tipo Francia e Germania, viaggiano con treni ad alta velocità da DECENNI, in Italia siamo molto malmessi su questo fronte!

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

Start Franchising

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top