';

Quei 13 mila rapaci dell’Aspromonte

Sono stati 13 mila i rapaci diurni impegnati nella migrazione postnuziale censiti nel mese di agosto nell’area del Parco dell’Aspromonte.

Il monitoraggio che si concluderà ad ottobre rientra in protocollo d’intesa sull’avifauna migratrice tra il Parco, Legambiente e associazione Man.

Da tre postazioni sono stati censiti migliaia di esemplari di Nibbio bruno, Falco pecchiaiolo, Aquila minore, Falco di palude, Falco pescatore, Biancone, Albanella minore e Albanella pallida.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento