Biagio Conte è un missionario laico nato a Palermo, dove ha fondato la “Missione di Speranza e Carità“.

La struttura è una comunità dove si può mangiare e dormire, prestando un contributo concreto di aiuto. Essa dà aiuto anche alle famiglie indigenti della città.

Biagio Conte è anche stato il protagonista di quello che viene definito un miracolo.

Costretto da anni su una sedia a rotelle per lo schiacciamento delle vertebre, dovuto alle sue fatiche, dopo un’immersione nelle acque del santuario di Lourdes, aveva ripreso a camminare.

Dopo delle difficoltà avute quest’anno dalla sua comunità, dove si è temuto per la sua salute per come si era abbandonato per lungo periodo per terra, aveva deciso di partire per Roma. Ma in una maniera molto particolare.

Infatti in aprile aveva lasciato Palermo a piedi e con una grande croce sulle spalle.

La direzione era Roma, poi gran parte dell’Italia, per portare un messaggio di pace e carità.

Dopo varie tappe in alcuni paesi siciliani, che gli avevano mostrato solidarietà, frate Biagio ha attraversato lo stretto a Messina, alla volta della Calabria. Qui ha ripreso il suo viaggio a piedi, salutato da molta gente che lo conosceva per la sua fama, ed è risalito per tutta la costa tirrenica calabra, croce in spalla, facendo tappa a Rende.

Un viaggio durato mesi, sino alla notizia che si attendeva e data dal Giornale di Sicilia. Frate Biagio è arrivato con la sua croce a Roma, dove è stato ricevuto da Papa Francesco.

L’incontro è durato trenta minuti e lo stesso Biagio ha detto che il Papa si è mostrato umile e vicino ai poveri. Un uomo straordinario che ha trasmesso serenità e pace.