';

La donna arsa viva incinta stringe la mano della figlia

Carla Caiazzo, la donna incinta arsa viva dal suo compagno a Pozzuoli, continua il suo calvario ma vede un po’ di luce.

A giugno si è sottoposta all’undicesima operazione per le sue ustioni presenti in tutto il corpo. L’intervento è durato sette ore.

Volevo mollare” ha dichiarato a Quarto Grado, “i dolori sono terribili“.

Ora finalmente giunge una buona notizia. Carla, sul profilo Facebook, pubblica la foto della sua mano che stringe quella della sua bambina, fatta nascere dai medici con un’operazione in cesareo dopo il ricovero disperato.

Un’immagine commovente ed al tempo stesso di una tenerezza che solo il rapporto tra madre e figlia può ispirare.

Speriamo un giorno di poter vedere il sorriso di Carla con la sua piccola altrettanto sorridente. Sicuramente è lei la forza per continuare.

(Foto pubblicata sul sito www.napolitoday.it)


Dalla stessa categoria

Lascia un commento