La rivolta di Bitonto che ha fame di lavoro (video)

Shares

Protesta e tensione al Comune di Bitonto, dove nel tardo pomeriggio di qualche giorno fa circa un centinaio di cittadini ha invaso Palazzo Gentile, chiedendo lavoro e assistenza.

Il sindaco Abbaticchio ha cercato di rasserenare gli animi.

Con lui, nel Salone degli Specchi, anche i consiglieri Ciccarone, Intini, Fiorello e Ricci.

L’assessore al welfare, Francesco Scauro, ha spiegato ai cittadini le iniziative messe in campo dal Comune, dicendo loro che ci sono comunque ristrettezze economiche e che nessuna amministrazione ha mai pagato gli affitti per un anno e mezzo.

Per ripristinare l’ordine è intervenuta anche la Polizia Municipale.

I cittadini hanno tenuto a ringraziare i consiglieri Ricci, Intini e Natilla, del Pd, per aver espresso vicinanza.

La calma è tornata intorno alle 21.

Un episodio che ricorda quanto avvenne a Molfetta il 20 gennaio scorso, quando un gruppo di persone, assistite dai servizi sociali, bloccò il sindaco Natalicchio e il vice Maralfa all’interno della struttura.

In quell’occasione, ci furono momenti di tensione, con insulti e minacce.

L’attività dell’Ufficio Tecnico fu paralizzata per qualche ora e fu necessario l’intervento della polizia Municipale e dei Carabinieri.

Anche in quella occasione si trattò di storie di disperazione per mancanza di un lavoro e per questioni legate a sussidi.

Mauro Denigris

Nato 40 anni fa in Svizzera, laureato in Giurisprudenza, giornalista professionista dal 2003, già corrispondente della Gazzetta del Mezzogiorno. Ho vinto il premio Saint Vincent nel 2004, sono stato finalista al premio Ilaria Alpi nel 2009 e ho ricevuto una menzione speciale al premio Giornalisti del Mediterraneo nel 2009. Direttore di As da luglio 2012 a luglio 2013.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top