L’#eco-tecnologia del Policlinico di Bari

Shares

“Il Policlinico di Bari è una delle 10 aziende ospedaliere del Sud, che è riuscita a ottenere un finanziamento  europeo di 10 miliioni per l’efficientamento energetico”. A esprimere queste parole il direttore generale della struttura Vitangelo Dattoli, durante una conferenza stampa che si è tenuta lo scorso primo dicembre, a Bari . “La strada intrapresa , che porterà all’autosufficienza energetica,  – ha aggiunto – si integrerà, in futuro, con la riqualificazione dei padiglioni storici, in collaborazione con la Sovrintendenza ai Beni Culturali”.

Anche Nichi Vendola, governatore della Regione Puglia, ha espresso un parere positivo soffermandosi sull’emancipazione dai combustibili fossili e sulla necessità di investire per poter risparmiare. “La cultura dei tagli  – ha sottolineato – è falsa e dannosa, specie nel welfare che è uno dei principali fattori di crescita dell’economia”.

Sul tema ha manifestato la propria opinione anche il preside della Facoltà di Medicina, Paolo Livrea, che ha ricordato il processo di umanizzazione di cui il Policlinico è protagonista, che include anche “la riqualificazione della chiesa del 1928 recentemente trasformata in una sala lettura multimediale da 200 posti a disposizione degli studenti”.

Ha concluso la conferenza il Sindaco di Bari, Antonio De Caro, che ha ricordato “i due interventi comunali in corso per agevolare la viabilità di accesso al Policlinico e nei dintorni: il parcheggio di scambio auto/treno nel Polipark e l’utilizzo del binario in trincea dell’estramurale Capruzzi per i mezzi del 118”.

Gli interventi di efficientamento energetico, i cui  lavori sono durati due anni, hanno riguardato, tra le altre cose: la sostituzione di 370 serramenti con infissi in legno/alluminio ad elevato isolamento termo-acustico; l’installazione di 1.128 mq di sistemi oscuranti; la realizzazione di una rete di teleraffrescamento di 4,5 km per la distribuzione del fluido per il condizionamento.

Roberto Zarriello

Esperto di strategie editoriali e brand journalism, imprenditore digitale, saggista, giornalista. Ho fondato, tra le altre, startup come Digital Media e GoBrand, creato la prima Digital Academy del Sud, e lanciato Comunicatori Digitali Associati, il primo think tank sul giornalismo e la comunicazione digitale. Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, oggi sono Docente di Comunicazione Digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso” e in vari master universitari (Luiss, Iusve), formatore per gli organi di comunicazione della Corte Costituzionale, web editor dell’ente per il turismo dell’Isola d’Elba. Fino al 2017 ho coordinato la prima Commissione sulla didattica digitale del MIUR istituita dall’USR Molise. Sono stato speaker e moderatore al Web Marketing Festival, Festival del Giornalismo, SMAU, Ninja Talk, ed una serie di convegni e conferenze con Ordine dei Giornalisti, Centro di Documentazione, Primo Piano Formazione, TVLP, e organizzatore de “La Battaglia delle Idee”. Scrivo di comunicazione, web e nuove tecnologie su HuffingtonPost.it, coordino il social media team di Tiscali.it, e collaboro con il gruppo Espresso. Sono autore di libri per il Centro di Documentazione Giornalistica e per Franco Angeli Editore. Nel 2015 ho ricevuto il premio Giornalistico Nazionale ‘Maria Grazia Cutuli’ per la categoria “Web, Editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top