Terremoto Ischia, a Casamicciola il terreno si è abbassato di 4 centimetri

Shares

Un abbassamento del suolo fino a 4 centimetri determinato dal terremoto del 21 agosto. A confermarlo sono i ricercatori del Cnr.Irea che hanno misurato i movimenti permanenti del terreno con i satelliti. Verificando che in un’area a ridosso di Casamicciola Terme si è verificato questo picco dopo il movimento tellurico. Utilizzando i dati radar dei satelliti europei, sono state confrontate le immagini radar acquisite prima dell’evento con immagini successive al sisma, rilevando deformazioni della superficie del suolo con accuratezza al centimetro.

Intanto proseguono a Ischia le verifiche di agibilità che, oltre a continuare sugli edifici pubblici e sulle strutture alberghiere, stanno interessando le abitazioni private per le quali i cittadini hanno presentato domanda di sopralluogo presso i centri di coordinamento comunali. Oltre alle 15 verifiche su strutture scolastiche (i cui esiti hanno restituito 2 plessi agibili, 4 agibili con interventi e 9 inagibili), alle 4 su edifici pubblici (2 agibili, 1 agibile con provvedimenti e 1 inagibile), alle 2 sugli istituti di cura (di cui 1 agibile e 1 agibile con provvedimenti) e ai 35 sugli alberghi (29 agibili, 4 inagibili, 1 agibile come struttura ma non utilizzabile per rischio esterno e 1 da rivedere), sono stati, finora, 86 i sopralluoghi effettuati su strutture private di cui 32 dichiarate agibili, 1 agibile come struttura ma non utilizzabile per rischio esterno, 38 inagibili e 15 parzialmente o temporaneamente inagibili.

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di innovazione e tecnologia, di sociale, di cultura e di scuola. È communication manager e vicepresidente di Digital Media, partner editoriale di ANSA.it, già service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top