Questo sito contribuisce alla audience di

“Un albero per il Vesuvio”. La bella iniziativa degli ultrà del Torino

Shares
tifosi del Torino

Un gruppo di ultrà del Torino ha deciso di autotassarsi per finanziare l’acquisto di piante da reimpiantare sul Vesuvio devastato dagli incendi.

La bella notizia si legge su LaStampa.it.

Un gesto di grande solidarietà delle “Teste Matte” della curva maratona nei confronti dei tifosi della Ercolanese 1924 che recentemente hanno onorato il Grande Torino a Superga.

Un gesto di cui si sta parlando tanto a Napoli e dintorni.

L’Ercolanese è la squadra dai colori granata – scrive su Facebook il presidente di Teste Matte – e sappiamo tutti che purtroppo in questo periodo gran parte dei parchi naturali della zona vesuviana stanno bruciando. Con lo stesso spirito di amicizia e rispetto verso gli Ercolanesi, daremo un piccolo contributo”.

Seminare bene si può, nel vero senso della parola, e aiuta in tempi di insulti, idiozie e follie con curve contrapposte e avvelenate dal calcio“, ha commentato il quotidiano piemontese.

Emilio Lanese

Collaboro con Primapress Agenzia di Stampa Nazionale, occupandomi principalmente del settore cultura. Per la stessa sono stato corresponsabile fanpage. Collaboro con Gosalute, per il quale svolgo le medesime mansioni. Ho lavorato per Lookout-tv.eu, Gotecno e mi sono occupato di Gomolise. Attualmente lavoro con la redazione di Restoalsud per la quale realizzo articoli e ne gestisco l’editing; mi occupo del settore salute e benessere di Gosalute per Tiscali e gestisco la piattaforma Thelemapress per l’inserimento di contenuti su Tiscali per Campania, Puglia, Calabria e Sicilia.

Comments (3)

  • Avatar

    Remo Lai

    31 Luglio 2017 - 22:24

    Bravi. Se facessero un numero verde per dare due euro con un SMS per rimboschire le aree distrutte sarebbe una splendida iniziativa. Ringrazio anche tutti coloro che in questi giorni hanno spento gli incendi rischiando la loro vita.

    Rispondi
  • Avatar

    caltagirone vincenzo

    1 Agosto 2017 - 13:32

    si è speriamo che crescano in fretta così che possano diventare robusti e solidi x impiccare tutti i malefici incendiari

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top