Al festival di Matera, dove il sogno di scrivere un libro può diventare realtà

Shares
Women's Fiction Festiva

Matera, profondo Sud.

Eppure è proprio qui che da dieci anni a questa parte si tiene un evento unico in tutta Italia. È il Women’s Fiction Festival, l’unico punto di incontro tra due mondi apparentemente vicini, ma in realtà lontanissimi: aspiranti scrittori e le case editrici. Quello che all’estero è la norma, in Italia è, nonostante la decima edizione, ancora un’autentica novità.

Congresso internazionale per scrittori, master class condotte da scrittrici best seller, “Briefings for thriller writers” dedicati ai giallisti, appuntamenti a tu per tu tra scrittori, editor, agenti letterari e consulenti editoriali, incontri con il pubblico, reading, maratone e premiazioni letterarie: è la formula del Women’s Fiction Festival, ospitato da 10 anni a Matera, la città dei Sassi sito Unesco e Candidata a Capitale Europea della Cultura per il 2019.

Il Congresso del 2013 parte dal presupposto che non è mai esistito un momento migliore per essere scrittore, di qualunque genere e senza appartenenze di sorta. Le opportunità in questo momento sono potenzialmente infinite: auto-pubblicazione, pubblicazione con piccoli editori o con forti gruppi editoriali, in formato digitale o cartaceo.

La scelta è nelle mani degli autori e il Women’s Fiction Festival vuole aiutare ad affrontare passo dopo passo questo viaggio, accompagnando sin dall’inizio− la scrittura del primo libro − passando dalla pubblicazione e dalla promozione. Per chi è già del mestiere, il congresso aiuta ad allargare gli orizzonti internazionali e a costruire ponti per la pubblicazione su altri mercati.

Oggi i libri sono eventi multimediali, possono essere su carta o in digitale, possono vivere come audiolibri, essere tradotti in altre lingue, essere opzionati per la TV e il cinema.

Agenti letterari ed editori di importanti case editrici, in un’atmosfera intima e rilassata illustreranno ai partecipanti come fare e cosa fare.

La Borsa del Libro, uno degli appuntamenti più richiesti del Congresso internazionale per scrittori, è l’elemento distintivo del Women’s Fiction Festival. Alla Borsa del Libro gli agenti e gli editor presenti sono disponibili per colloqui a tu per tu con i partecipanti provenienti da diversi del mondo.

Il pitching dura 10 minuti, il tempo giusto per poter raccontare la propria idea o la propria storia sotto forma di sinossi. L’opportunità è unica: si può essere valutati, rifiutati, scelti e/o pubblicati. Non capita mai se non alla Borsa del Libro del Women’s Fiction Festival.

Per l’iscrizione c’è tempo fino al 24 settembre. E poi dovete solo mettere il manoscritto in borsa e andare a Matera. E incrociare le dita.

A me ha portato fortuna.

Gabriella Genisi

Gabriella Genisi è nata nel 1965 e abita vicino al mare, a pochi chilometri da Bari. Appassionata di arte, cucina e letteratura è organizzatrice della rassegna letteraria "Il libro possibile" a Polignano a mare (www.libropossibile. com). Ha scritto numerosi libri: Come quando fuori piove, Fino a quando le stelle, Il pesce rosso non abita più qui. Alcuni suoi racconti sono presenti in antologie. Con Sonzogno ha pubblicato La circonferenza delle arance (2010) Giallo ciliegia (2011) e Uva noir (2012)

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top