Scicli, sulle tracce di Montalbano: un borgo barocco tutto da scoprire

L’8 marzo è andato in onda in prima serata su Rai 1, “Il metodo Catalanotti“, l’ultimo episodio della serie cult tratta dai romanzi di Andrea Camilleri. “Il Commissario Montalbano“, con l’ultimo film Tv della popolare e fortunata saga con il bravissimo Luca Zingaretti nei panni di Salvo Montalbano, ha registrato record di ascolti.

Dopo avervi parlato della cittadina immaginaria di Vigata, luogo creato dall’abile penna dello scrittore Camilleri come ambientazione delle avventure del suo Commissario Montalbano, questa volta vogliamo portarvi con noi in uno splendido viaggio alla scoperta di un altro luogo siciliano simbolo della nota serie di Rai 1, Scicli.

La popolare serie televisiva di grande successo in Italia (e non solo), è stata girata in più zone della Sicilia sud-orientale, la maggior parte delle quali in provincia di Ragusa. La casa al mare del noto commissario e il commissariato, infatti, sono stati ambientati tra le località di Scicli, Modica, Ragusa e Punta Secca.

In questo articolo vogliamo soffermarci sul borgo marinaro di Scicli, una caratteristica una stupenda cittadina barocca che sorge nel punto in cui le tre valli di Modica, Santa Maria La Nova e San Bartolomeo si aprono in una pianura che raggiunge il mare a sud di Modica e Ragusa. Partiamo (virtualmente) alla volta di una Sicilia autentica e sicuramente meno “turistica”.

Il Commissariato di Vigata, nella realtà, è il Municipio della cittadina barocca di Scicli, una perla barocca del Val di Noto che sorge nella parte sudorientale della bellissima e soleggiata Sicilia in cui sono stagi girati tanti altri film.

Scicli, un borgo da scoprire in provincia di Ragusa

Scicli è un’affascinante cittadina barocca nominata patrimonio dell’Unesco nel 2002. Se siete fan del commissario Montalbano, questo splendido luogo in provincia di Ragusa farà sicuramente al caso vostro. Come vi abbiamo svelato qualche riga più su, in questo delizioso comune siciliano troverete diverse location famose della note serie televisiva con Zingaretti.

Il centro storico di questo borgo è davvero imperdibile. Così come meritano di essere ammirati gli spettacolari panorami che Scicli offre e che siamo certi vi ruberanno il cuore. Nel suo romanzo incompiuto dal titolo Le città del mondo, Elio Vittorini descrive così questo angolo siciliano: “La città di Scicli sorge all’incrocio di tre valloni, con case da ogni parte su per i dirupi, una grande piazza in basso a cavallo di una fiumara, e antichi fabbricati ecclesiastici che coronano in più punti, come acropoli barocche, il semicerchio delle altitudini…“. Le cose da fare e vedere a Scicli sono davvero tante, vi segnaliamo quelle che dovrete sicuramente inserire nella vostra lista:

  • Camminare lungo via Francesco Mormino Penna, una via ricca di palazzi storici e chiese barocche
  • Vedere Palazzo di Città, il municipio di Scicli trasformato in Commissariato per la fiction di Montalbano
  • Visitare le tante e splendide chiese della cittadina: Chiesa di San Matteo, Chiesa di San Guglielmo, Chiesa di San Giovanni Evangelista, Chiesa di Santa Teresa, Chiesa di San Michele, Chiesa di San Bartolomeo Apostolo, Chiesa di Maria Santissima della Consolazione e tante altre
  • Perdersi tra le viuzze del centro storico in un dedalo di stradine
  • Ammirare gli antichi palazzi con decorazioni rococò come Palazzo Beneventano, Palazzo Fava e Palazzo Spadaro
  • Provare la cucina tipica locale come la golosca Scaccia, una sorta di panzerotto cotto al forno e farcito con verdure, formaggi ecc. Una prelibatezza da provare!

Il borgo di Scicli negli scatti su Instagram

Considerato il periodo, in attesa di poter tornare a visitare i luoghi più belli del nostro Sud Italia, vogliamo regalarvi alcuni scatti del borgo di Scicli pubblicati su Instagram.

Crediti: Instagram @il_galota
Crediti: Instagram @il_galota
Crediti: Instagram @il_galota
Crediti: @ametrovat

Dalla stessa categoria

Lascia un commento