';

“Dovete chiamarmi onorevole”. Politico protesta per iscritto e blocca pratica in Prefettura

Nero su bianco. Un provvedimento amministrativo della prefettura di Crotone viene bloccato perché il politico in questione si offende: si offende perché non la chiamano “Onorevole”.

Protagonista è il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Calabria, l’ex deputata Marilina Intrieri, nella foto, la quale alterata per il fatto che non gli sia stato attribuito il titolo di Onorevole, ha deciso di bloccare un iter amministrativo che vede interessata la prefettura di Crotone fino a quando l’interlocutore non deciderà di “Integrare i documenti in questione facendo ricorso a più appropriati appellativi”.

In una comunicazione ufficiale inviata lo scorso 7 settembre all’Ufficio territoriale del governo – e pubblicata dal Corriere della Calabria – e per conoscenza allo stesso prefetto, il Garante per l’infanzia Marilina Intrieri scrive: “Le restituisco le lettere che mi ha inviato perché voglia cortesemente integrarle col pertinente titolo istituzionale. Ho constatato, infatti, dalla lettura delle note a sua firma che mi viene attribuito il titolo accademico (verosimilmente “dottoressa”, ndr) e non anche quello di onorevole che mi compete nella mia qualità di deputato della XV legislatura”.

La Intrieri è stata, infatti, parlamentare dell’Ulivo dal 2006 al 2008.

“Mi sorprende – continua l’indispettito Garante – Che l’inesattezza rilevata provenga dal massimo ufficio dello Stato sul territorio. Attendo quindi le note corrette”. Nel frattempo, le pratiche in esame vengono stoppate, perché, secondo la Intrieri “è impossibile proseguire il proprio lavoro senza il riconoscimento formale di un titolo onorifico”.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento