Il capo della rivolta dei forconi condannato per bancarotta

Shares
Martino Morsello

Il Tribunale di Marsala ha condannato con l’accusa di bancarotta a quattro anni di reclusione Martino Morsello, ex assessore socialista all’agricoltura del Comune di Marsala e lo scorso anno uno dei capi della rivolta dei Forconi che con i loro tir paralizzano i trasporti in Sicilia.

A 3 anni e due mesi è stato condannato anche Vincenzo Licari.

Il processo a loro carico è scaturito da un’indagine della Guardia di finanza seguita al fallimento di alcune società per l’allevamento di pesci delle quali, in diverse epoche, Morsello e Licari sono stati amministratori.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top