Questo sito contribuisce alla audience di

Dopo mille anni le reliquie di San Nicola andranno in Russia

Shares

Le reliquie di San Nicola, il patrono di Bari, per la prima volta, saranno traslate in Russia.

Come si legge su SputnikNews.com, la decisione di spostare i resti del santo è stata presa il 12 febbraio del 2016 a L’Avana, quando s’incontrarono il patriarca di Mosca, Cirillo I, con Papa Francesco.

Hilarion, presidente del Dipartimento delle Relazioni Esterne del Patriarcato di Mosca, ha detto: “Dal 21 maggio al 28 luglio 2017 le reliquie di San Nicola, conservate nella basilica pontificia di Bari, saranno trasferite alla Chiesa ortodossa russa. Si tratta di un evento unico perché per 930 anni le reliquie non hanno mai lasciato la città italiana“.

Nel dettaglio, fino a luglio le reliquie di San Nicola – uno dei Santi più venerati da tutto il mondo cristiano – saranno ospitate nella cattedrale di Cristo Salvatore di Mosca, quindi saranno trasferite definitivamente a San Pietroburgo.

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di sociale, di innovazione e di cultura. È communication manager di Digital Media, service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager.

Comments (5)

  • Avatar

    Renato Magurano

    1 Maggio 2017 - 04:32

    ma i pugliesi di questo furto cosa ne pensano? sono stati interrogati se a loro fa piacere questo trasferimento? forse che i rubli di Putin hanno colpinto anche in vaticano? se questa notizia e vera veramente e una carognata che il vaticano fa in primis a tutta la Puglia ed all’Italia intera

    Rispondi
    • Avatar

      Renato Magurano

      2 Maggio 2017 - 11:17

      ma questo è un tuo pensiero o è un pensiero di tutti i pugliesi? perche io non sono pugliese anche se arrivo proprio da la e posso anche dire chissene…….pero penso che queste decisioni prese sopra la testa dei fedeli e dei non fedeli sia molto “GESUITICA” per la ragion di stato (quello vaticano ) si passa sopra tutto anche a mille anni di storia e perchè no anche a mille anni di fede

      Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top