Il Benevento promosso in Serie A: la Provincia del Sud torna nel calcio che conta

Shares

“Che tanto già lo so, che l’anno prossimo gioco all’Olimpico…”. E lo sapevano da tempo a Benevento che la squadra sarebbe stata promossa e sarebbe tornata nel calcio che conta. Ma ha dovuto attendere il 29 giugno per avere la certezza matematica e ufficiale. Con sette giornate di anticipo sulla fine del campionato di Serie B. Un record. Perché la squadra di Inzaghi ha ammazzato il campionato e la pausa per il Covid ha solo allungato i tempi. E il gol di Marco Sau al 71’ del derby campano con la Juve Stabia ha certificato una promozione mai in dubbio.

Il record

Un record, appunto. Perché prima dei sanniti solo l’Ascoli di Mimmo Renna, nel 1978, era riuscito a salire in Serie A con sette giornate di anticipo. Altri tempi, altro calcio. Ora è il momento della festa, che ha già coinvolto la città, nonostante le limitazioni per l’emergenza sanitaria. Tutti in piazza con bandiere e striscioni, ma si pensa già al prossimo anno.

I precedenti

La Provincia del Sud torna, da protagonista, nella massima serie. E l’auspicio del presidente Vigorito è quello di metter su una squadra più competitiva di quella che, nella stagione 2017/2018, inanellò un filotto di sconfitte fino al primo, storico punto nella massima serie targato Brignoli, il portiere che di testa realizzò l’ormai celebre 2-2 contro il Milan, smuovendo la classifica. Anche quello fu l’anno dei record: il Benevento subì 14 sconfitte consecutive, superando ampiamente il precedente primato della Triestina (1946/47) e il maggior numero di sconfitte complessive, con 29 su 38 gare giocate (precedentemente solo il Pescara 2012/13 aveva fatto peggio).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top