Delrio: “La gente del Sud impari a correre da sola”

Shares

”La questione meridionale per noi è parte del progetto di sviluppo del Paese”, ma ”la gente del Sud deve iniziare a correre da sola, senza aiuti e sostegni esterni”. Lo afferma il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Graziano Delrio, intervistato dal Mattino.

Il governo, assicura, è al lavoro per creare le condizioni necessarie alle imprese per rilanciare occupazione e crescita: ”Sono le imprese che creano lavoro, il compito della politica è di consentire loro di poterlo fare”.

Anche il Mezzogiorno è una priorità. Delrio cita come esempio il piano ”che ridurrà da 8mila a circa mille le municipalizzate”, un provvedimento ”che inciderà soprattutto al Sud dove bisogna raggiungere livelli standard di affidabilità e qualità nei servizi essenziali”.

Sul decreto Poletti, il sottosegretario ammette che si sarebbe preferito non chiedere la fiducia, ma sottolinea che questa serve ”a rendere operative e nei tempi giusti le scelte che il governo ha posto al Parlamento”.

Il decreto ”servirà finalmente a far decollare l’apprendistato che per tutti è la strada migliore per avvicinare i giovani al mercato del lavoro”. Per le imprese ”entro la prima metà di maggio” arriverà il taglio della bolletta energetica ”del 10%”.

Quanto ai fondi europei spiega che ”c’è stata un’ accelerazione del 4,5% nel primo bimestre 2014 dopo che complessivamente l’Italia era arrivata a fine 2013 al 50% della spesa. Ho ricevuto ampie rassicurazioni sul fatto che il trend proseguirà ma sono altrettanto preoccupato per una serie di progetti, pari a 5-6 miliardi di euro, che rischiano di non vedere mai la fine”.

One comment

  • Avatar

    luca

    9 Maggio 2015 - 13:25

    Non si preoccupi ministro, la gente del Sud come dice lei é abituata a fare da sè, anzi meglio direi ad arrangiarsi, per cui non parli di scommessa per il paese, per il semplice motivo che il Sud non fa parte di questo paese, l’ avete sempre escluso da ogni serio programma di investimenti, soprattutto da parte del governo di cui lei fa parte.
    Vada a vedere sign. ministro quello che era il Sud prima dell’ occupazione piemontese e si accorgerà che non solo eravamo in grado di correre da soli ma anche di poter competere alla pari con le superpotenze dell’ epoca, ossia Francia ed Inghilterra.

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top