Questo sito contribuisce alla audience di

L’incremento dell’utilizzo di smartphone per la conservazione dei dati personali

Shares

Al giorno d’oggi l’utilizzo degli smartphone è incrementato a dismisura e questo grazie alla possibilità di sfruttare tale strumento in diversi metodi, tra i quali spicca il salvataggio dei dati personali.

Lo smartphone come una cassaforte

Con la tecnologia in costante evoluzione, l’utilizzo degli smartphone è divenuto sempre più diffuso tanto che almeno 4 persone su 5 utilizzano questi dispositivi per accedere a una delle sue funzioni principali.
Tra di esse spicca la conservazione dei dati, che rappresenta una funzione da non sottovalutare. Molti dispositivi di ultima generazione, infatti, consentono effettivamente di tramutare l’archivio interno dello strumento come vera e propria cassaforte, proteggendo i dati importanti bloccandoli con delle password particolari, come sequenza di punti oppure sblocco tramite impronta digitale, facendo in modo che questi possano essere salvati e sia possibile evitare che occhi indiscreti possano accedere a tali informazioni.
Altro metodo di conservazione è quello dello storage online, collegato allo smartphone: grazie ai vari cloud è quindi possibile avere l’occasione di salvare i propri dati rimuovendoli dal dispositivo mobile.
Un’ulteriore strumento di memorizzazione dati è rappresentato dalle schede di memoria SD. Queste, una volta collegate allo smartphone, vengono utilizzate per archiviare i dati e poi conservate: anche in questa circostanza si tratta di un passaggio che permette di prevenire l’intrusione di figure esterne sul proprio smartphone, salvando i dati ed evitando una serie di situazioni complesse che potrebbero avere delle gravi ripercussioni.
Pertanto lo smartphone viene utilizzato in maniera differente e non solo per comunicare o inviare foto: anche questi dati, se ritenuti importanti, vengono salvati all’interno del dispositivo mobile, facendo in modo che questi possano essere sempre a portata di mano e recuperati con grande facilità.

Cosa accade se lo smartphone improvvisamente non si accende più

Seppur questi dispositivi siano dotati di grande resistenza e di sistema interno di correzione automatica degli errori, potrebbe capitare che una caduta accidentale oppure un passaggio errato, portino alla cancellazione e/o danneggiamento dei dati contenuti in questo dispositivo.
Che lo smartphone sia irrimediabilmente danneggiato oppure debba essere sottoposto a una semplice riparazione, grazie all’intervento di tecnici esperti nel settore sarà possibile recuperare i dati e fare in modo che la situazione possa essere riportata alla normalità. Gli studi costanti sui dispositivi danneggiati hanno reso possibile lo sviluppo di nuove tecniche di recupero dati da smartphone irrimediabilmente danneggiati. Cosa vuol dire irrimediabilmente? Il classico caso in cui l’assistenza telefonica afferma che il telefono ha la scheda madre danneggiata, quindi il cuore pulsante del telefono non riparabile. La procedura di rimozione del chip, chiamata CHIP OFF, in particolare sugli smartphone con sistema operativo Android, fornisce grandi risultati in temine di recupero dati.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top