Un #calabrese alla guida dello #Ior

Shares

Sarà un Calabrese di Siderno a guidare la grande banca Vaticana. Il nuovo direttore generale è Gian Franco Mammí ed è stato Papa Francesco, con una breve visita nella sede dell’istituto, a comunicare la scelta.

L’Istituto di Opere Religiose (Ior) è stato fondato nel 1492 ed il suo compito è quello di custodire ed amministrare i beni mobili o immobili, trasferiti da persone fisiche e giuridiche e destinate a opere di religione e carità

Mammí lavora da venti anni allo Ior ed ha ricoperto  diverse cariche, per questo la scelta di Papa Francesco è andata nel senso di voler valorizzare le professionalità interne.

Cinquantanove anni, Mammí è laureato in scienze politiche all’Università di Messina e si è occupato anche dei rapporti con l’estero quando Bergoglio era cardinale di Buenos Aires, dove ha avuto modo di conquistare la stima.

Il 6 marzo di quest’anno Mammí era stato nominato vicedirettore dell’Istituto.

Dopo le elezioni del presidente dell’Argentina Macrí, di origine calabre, arriva per la Calabria un altra nomina di cui andar fieri.

Francesca Giovannoli

Francesca Giovannoli, 34 anni, architetto, coordina un workshop di interior design presso l’Università di Teramo. Attualmente è nello staff di professionisti che si occupa di un importante cantiere sulla costa abruzzese.

Comments (2)

  • Avatar

    maurizio

    28 Novembre 2015 - 12:13

    andar fieri per uno che da 20 anni lavora nella banca vaticana ed è arrivato al vertice?…fieri di cosa? che gestisce miliardi? ai calabresi cosa gliene viene?…non ho capito molto questo articolo…..

    Rispondi

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top