A #Cerignola il festival sulle #NuoveEconomie e il #Lavoro circolare

Shares

Cerignola (Foggia) 03.12.2015(DM) – Tre giorni presso Palazzo Coccia a Cerignola per il “Festival delle Nuove Economie e dei Nuovi lavori”: uno “spazio” in cui discutere, promuovere, informare e mettere in rete operatori e consumatori che si muovono nel campo appunto, delle nuove economie e dei nuovi lavori che da esse scaturiscono. L’evento è a cura delle Associazioni RESURB, Donne in Rete, Associazione 8 Marzo, con la collaborazione diS&D Gruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti & Democratici al Parlamento Europeo.

 Dal 18 al 20 dicembre 2015, diversi gli appuntamenti in programma, si parlerà di come crisi economica e coscienza ambientale stanno influenzando sempre più i modelli economici, portando alla luce nuovi fenomeni come la green economy, la sharing economic, labikeconomics, la blue economy, l’agricoltura sociale, sintomi di una sempre maggiore sensibilità da parte dei consumatori verso nuovi modelli di produzione che sviluppano a loro volta nuovi lavori. Che ruotano intorno alla mobilità sostenibile, al riuso dei materiali, alla sostenibilità di nuovi modelli di rigenerazione urbana, alla sostenibilità e finalità sociale della ristorazione e dei prodotti enogastronomici, e pongono al mercato nuove sfide e nuove e più informate forme di consumo.

E in tale contesto si inserisce un nuovo concetto, quello di economia circolare, che dallo spirito alla base delle nuove economie inevitabilmente deriva, generando plus valore di conoscenze. Obiettivo che il Festival delle nuove economie di Cerignola intende promuovere. Le nuove economie partono dal valore sociale della produzione e del consumo. Il frutto della produzione non è più la semplice merce, ma l’elemento di un sistema di relazioni che non esaurisce la sua  vita una volta diventato scarto ma rientra nel ciclo dei consumi trasformato e rigenerato.
Per questo oggi si comincia a parlare di economia circolare. L’economia circolare è un modello che pone al centro la sostenibilità del sistema, un modello in cui non ci sono prodotti di scarto e in cui le materie vengono costantemente riutilizzate. Si tratta di un sistema opposto a quello definito “lineare”, che parte dalla materia e arriva al rifiuto. Il rifiuto può generare valore economico e sociale.

Ma come si intende perseguire l’obiettivo al Festival e oltre? Attraverso l’esposizione dei migliori prodotti e delle migliori imprese nel campo delle nuove economie e attraverso il “catering delle esperienze”, dove gli operatori avranno la possibilità di raccontare la loro esperienza imprenditoriale e il senso del proprio lavoro. L’economia circolare si incrocia anche con l’arte, così come lo sviluppo della società dei consumi sì è incrociato e sviluppato con la POP ART. Nuove esperienza artistiche e un nuovo senso estetico attraverso il riuso dei materiali si vanno sviluppando. Per questo a fare da cornice al Festival ci saranno le istallazioni di cinque artisti prodotte solo con materiale di riuso.

12310430_1026423007422114_5078684268746860620_n

Elena Gentile

Nata a Cerignola (FG) nel 1953, è laureata in Medicina e svolge l’attività di pediatra presso l’ospedale di Cerignola. Ha iniziato la propria carriera politica nel Partito Comunista Italiano dal 1984, successivamente nei Democratici di Sinistra e nel Partito Democratico. Viene eletta nel 1985 come consigliere comunale nella propria città natale per poi diventare assessore alla sanità, ambiente e servizi sociali fino al 1990. Dopo un breve periodo da assessore al bilancio e programmazione (1990-1991) diventa sindaco di Cerignola nel luglio 1991, carica che abbandona nell'agosto 1992. Dal 2005 al 2010 oltre alla carica di consigliere comunale a Cerignola diviene anche consigliere regionale della Puglia e assessore alla Solidarietà - Politiche sociali e Flussi migratori. Dal 2010 al 2014, rieletta consigliere regionale, diviene assessore al Welfare - Lavoro, Politiche di Benessere sociale e Pari Opportunità della regione Puglia.Nel 2014 si è candidata alle elezioni europee nella circoscrizione Sud.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top