Questo sito contribuisce alla audience di

A Napoli l’innovazione si discute con l’aperitivo

Shares

Si è svolto  a Napoli al Vanilla caffé di Via Partenope NAStartUp, l’evento periodico dedicato a tutti i napoletani amanti dell’innovazione, nato dall’idea di Antonio Prigiobbo, creatore della community Vulcanicamente e da Antonio Savarese, giornalista specializzato in innovazione tecnologica, con la collaborazione di Massimo Morgante, Ceo di Volumeet.

L’appuntamento partenopeo nato per sviluppare Networking per l’ecosistema delle StartUp è stato ancora una volta l’occasione per conoscersi, discutere e presentare le proprie idee con un pitch davanti a una platea selezionata. Nuove StartUp, nuovi Investitori, nuovi Pitch sono, infatti, solo alcuni degli ingredienti della serata che ha visto tra le protagoniste [email protected], un’applicazione per smartphone e tablet dedicata ai turisti in visita nel capoluogo partenopeo, frutto di due archeologhe, Lucia Rocco e Rita Quaglia; DiveLike, un’app web che permette agli appassionati di creare il logbook digitale delle loro esperienze subacquee, a firma del siciliano Valerio Barbera, di Sebastiano Sicignano e Francesco Criscuolo. NetSpeed, invece, ha proposto un servizio di eco-local e-commerce che fa sì che i commercianti dei vari quartieri possano essere in rete, dando loro la possibilità di avere un negozio virtuale; Volumeet il social network, creato da Massimo Morgante, che offre agli utenti la possibilità di connettersi con gente che ha interessi musicali simili ai propri e IgoOn, l’autostop digitale fondato da Claudio Cimmeli, un sistema per la condivisione di posti auto in tempo reale, sia su tratte urbane che extraurbane.  Presente all’evento anche Luca Simeone dell’Associazione Napoli Pedala e Napoli Bike Festival.

Hanno partecipato anche Antonio Perdichizzi di Working Capital Catania, Antonio Leone, Founder di CambioMerci, Carmen Padula dell’Ordine dei Commercialisti di Napoli e Paolo Pontoniere per Startup European Partnership.

Va sottolineato che l’evento è stato aperto un po’ a tutti:  da chi era intenzionato ad avviare una startup, a chi voleva far crescere la propria attività, o era semplicemente interessato a nuove forme d’investimento. Ha avuto la possibilità di partecipare, inoltre, anche chi, stanco del proprio lavoro, era intenzionato a crearne uno nuovo e persino i semplici curiosi. Per la registrazione è bastato visitare la pagina web http://www.nastartup.it/ticket.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Roberto Zarriello

Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Bari, è giornalista, saggista e docente di Comunicazione digitale e Social Media all’Università Telematica “Pegaso”, e in vari master universitari. Ha collaborato con le Cattedre di Organizzazione e Comunicazione degli Uffici Stampa - URP e di Pianificazione Media e Comunicazione dello Sport della Facoltà di Scienze della Comunicazione all’Università “La Sapienza” di Roma. Scrive di comunicazione, internet e nuove tecnologie per l'Huffington Post, coordina l'area glocal news di Tiscali.it e cura sul portale un focus dal titolo ”Innovare l'informazione nell'era dei social media”. Collabora dal 2003 con il gruppo Espresso, con cui ha creato il progetto Città 2.0 su Repubblica.it. È fondatore e direttore responsabile del magazine di cultura e innovazione RestoalSud.it e dirige la RestoalSud Academy. Ha pubblicato il volume Penne Digitali 2.0 - Fare informazione online nell’era dei blog e del giornalismo diffuso, edito dal Centro di Documentazione Giornalistica, e Social Media Marketing - Strumenti per i nuovi Comunicatori Digitali, edito da Franco Angeli. In passato coordinatore della Commissione "Didattica della Comunicazione Didattica" dell'USR Molise e ha ricevuto nel 2015 il Premio Giornalistico Nazionale “Maria Grazia Cutuli” per la categoria “web, editoria digitale”.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top