“Apprezzamento per l’encomiabile iniziativa”. E’ il commento del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla cartolina commemorativa a cento anni dalla battaglia di Caporetto.

Mattarella ha risposto con una lettera fatta recapitare al direttore del Centro studi “Danzi” di Potenza, Rocco Galasso. elogiando Tommaso Guarino: il “promettente allievo” ha infatti realizzato una cartolina nell’ambito dell’iniziativa promossa dal Centro Studi, che ha deciso di ricordare i cento anni dalla battaglia di Caporetto con “un disegno evocativo del momento storico della Prima Guerra Mondiale”.

Caporetto è il nome con cui si indica comunemente la dodicesima battaglia dell’Isonzo (24 ottobre 1917), durante la Prima guerra mondiale. Le divisioni austro-tedesche inflissero presso Caporetto, centro dell’odierna Slovenia, una pesantissima sconfitta alle truppe italiane, guidate dal generale Cadorna, le quali furono costrette a ritirarsi, attestandosi poi sul Piave. Centinaia di migliaia di prigionieri caddero in mano al nemico, insieme a migliaia di cannoni e a grandi depositi di materiali da guerra e alimentari.