';

C’è del made in Italy nel satellite più sofisticato del mondo

Tutto pronto per AlphaSat, il più sofisticato satellite per le telecomunicazioni mai realizzato, il cui lancio è in programma il 25 luglio dallo spazioporto di Kourou, nella Guyana Francese. A bordo del maxi-satellite dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) anche un pezzo di Italia con uno strumento sperimentale intitolato alla memoria di Aldo Paraboni, uno dei pionieri delle telecomunicazioni satellitari: lo ha spiegato Enrico Saggese, presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) a margine della riunione degli Addetti Scientifici che si è svolta alla Farnesina a Roma.

“A bordo di AlphaSat – ha spiegato Saggese – è presente un payload italiano, uno strumento sperimentale per lo studio di nuove tecnologie di trasmissione nelle bande q/v e che abbiamo voluto intitolare ad Aldo Paraboni, un pioniere del settore recentemente scomparso”. Il satellite, che con le sue 7 tonnellate è uno dei più grandi mai realizzati in Europa, verrà lanciato il 25 luglio a bordo di un razzo Ariane 5. AlphaSat è stato realizzato all’interno degli stabilimenti di Astrium a Tolosa e rappresenta il più sofisticato satellite commerciale per le comunicazioni. Porta infatti con sé una nuova generazioni di strumenti di comunicazione in grado di garantire una maggiore velocità nelle trasmissioni alle regioni di Europa, Africa e Medio Oriente.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento