';

Craco il paese fantasma del Sud, set di film internazionali

È davvero una sensazione unica girare all’interno di un paese abbandonato.

Sembra che il tempo si sia fermato, con le strade vuote, le case intatte ma abbandonate, le piazze, i vicoli.

Craco Vecchio è un paese fantasma dal 1963, quando fu evacuato per via di una frana e ricostruito in un altro luogo.

E il comune di Craco ha ben pensato di “usare” la vecchia ubicazione a scopi turistici. Ma ci hanno pensato i registi a renderlo famoso.

Per le sue caratteristiche la vecchia Craco è diventata un set involontario dove girare film.

La lista è lunga e di qualità. Iniziando con La Lupa di Alberto Lattuada. Per proseguire con un classico come Cristo si è fermato ad Eboli di Francesco Rosi, Il Sole di notte dei fratelli Taviani, Nativity di Catherine Hardwicke, e Mel Gibson lo scelse nella scena dell’impiccagione di Giuda, come paese che si vede sullo sfondo, ne La passione di Cristo.

Ma c’è spazio anche per 007, The Big Question, sino ad arrivare a Basilicata coast to coast.

Ora il Comune, per le visite turistiche, ha attivato anche una guida in madrelingua giapponese.

Lo riferisce l’Ansa, sottolineando come sono state intraprese iniziative per scambi culturali con il Sol Levante.

Craco, una perla del Sud che dal 2010 è entrato nella lista dei monumenti da salvaguardare, redatta da World Monuments Fund.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento