';

Cristiano Ronaldo, due anni fa la rovesciata che sancì l’amore con la Juve

Un gol straordinario. Un gesto atletico imponente. Poi, lo stadio (avversario) in piedi ad applaudirlo. Due anni fa Cristiano Ronaldo stregava l’Allianz Stadium di Torino. E lo Stadium stregava lui. Tanto da convincerlo, a fine stagione, a lasciare il Real Madrid, fresco di vittoria della Champions League, e approdare alla Juventus.

La partita

Due anni fa, il 3 aprile, Cristiano Ronaldo segnava quello che poi è stato votato gol dell’anno sul portale Uefa. A consacrarlo fu proprio l Uefa. Il raddoppio in una partita che vide trionfare i blancos: 3-0. Doppietta di Ronaldo e gol di Marcelo. Poi, il ritorno. Da semplice passeggiata a quasi impresa degli uomini di Allegri, con l’ormai celebre finale convulso, l’espulsione di Buffon, il “bidone della spazzatura al posto del cuore” e una legge implacabile: il rigore realizzato, neanche a dirlo, da CR7.

https://www.youtube.com/watch?v=Nt8198a0acA

La rete

Resta però la bellezza di quel gol che oggi compie due anni. Una elevazione straordinaria e l’impatto con il pallone in rovesciata a 2,23 metri di altezza. Palla in rete e braccia larghe di avversari e tifosi. Prima di unirle in un lungo applauso.

Il sogno

Da quel momento, la scintilla. L’affetto. L’amore. Cristiano Ronaldo che lascia il Real Madrid e sceglie Torino. Finora Ronaldo ha disputato 75 partite con la Juventus e ha confermato una media gol straordinaria: 53 reti. E un sogno chiamato Champions League.


Dalla stessa categoria

Lascia un commento