Due container dotati di docce e spogliatoio sono stati donati al sindaco di San Ferdinando dalla Coldiretti e installati nel campo di prima accoglienza, la nuova struttura realizzata nelle vicinanze della vecchia tendopoli.

Un gesto – spiega Coldiretti – che deve servire a continuare a comporre i tasselli per sostituire alla “logica del ghetto” quello della “dignitosa ospitalità” per i lavoratori. “Abbiamo il dovere – ha ribadito Pietro Molinaro, presidente di Coldiretti Calabria – di combattere lo sfruttamento che si alimenta dalle distorsioni lungo la filiera”.

Il container è stato possibile grazie alla campagna “Abbiamo riso per una cosa seria”, svolta nelle piazze e Mercati di Campagna Amica da Coldiretti Calabria e Focsiv (Federazione organismi cristiani di servizio internazionale volontario).

“E’ una svolta, nei fatti – ha sottolineato il Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari – perché è il primo intervento da parte di un’associazione che rappresenta i datori di lavoro”.