Questo sito contribuisce
alla audience di

È eco, è logico: “Eccolo”, la soluzione igienica e green made in Puglia

Shares

È la soluzione pratica ed ecologica che coniuga le necessità quotidiane di ognuno con un basso impatto ambientale e la sicurezza di un prodotto igienico. Si chiama Eccolo ed è un involucro (anche in materiale biocompostabile) che chiude ermeticamente ogni singola lattina, garantendo igiene e tranquillità al consumatore finale. Eccolo è un prodotto brevettato e depositato alla C.C.I.A.A. di Pisa lo scorso 29 luglio (numero di brevetto: 202019000002589), dall’immenso potenziale e dall’indubbia utilità.

Il progetto made in Puglia

Eccolo nasce in Puglia, dallo spirito di osservazione di Giovanni Sanasi, un barman dall’esperienza trentennale che, negli anni, ha avuto la lungimiranza di ideare soluzioni di utilizzo quotidiano. Nel tempo, infatti, la sua innata capacità di problem solving ha dato origine a svariate invenzioni, sempre con una fortissima vocazione green e orientate a un consumo più consapevole. Solo per citare le più recenti: le palettine per il caffè da asporto in legno di frassino, le cannucce biodegradabili e compostabili e le bustine di zucchero da 3 g, anch’esse in materiale compostabile.

Un’idea, questa, che ha colpito per praticità e semplicità, e che non è passata inosservata neppure ai Barawars 2019, la rassegna annuale organizzata da Bargiornale. Eccolo è stato, infatti, selezionato tra i finalisti della categoria “Strumenti e soluzioni di servizio” e può essere votato come innovazione dell’anno fino al prossimo 31 ottobre.

Igiene e comodità green

Al suo interno è possibile inserire una cannuccia, in materiale biodegradabile e compostabile anch’essa, per fornire al cliente un plus che potrebbe rivelarsi molto utile. Inoltre, lo stesso involucro presenta un potenziale pubblicitario, poiché dà la possibilità di apporre, nella parte superiore della lattina, il marchio personalizzato dell’azienda dettagliante. Questo permetterebbe, innanzitutto, di non occultare il marchio dell’azienda produttrice stampato sul lato maggiormente visibile della lattina e, contestualmente, di conferire visibilità anche all’esercizio commerciale posto alla fine della filiera, vero e proprio punto di contatto con il fruitore ultimo del prodotto.

La scelta dei materiali di Eccolo è pensata, inoltre, nel rispetto dell’ambiente: tutte le componenti possono essere smaltite negli appositi contenitori per la raccolta differenziata, contribuendo, quindi, in maniera attiva a una sensibile riduzione dei rifiuti non riciclabili.

Anna Laura Maffei

Giornalista, blogger ed esperta di comunicazione, scrive di sociale, di innovazione e di cultura. È communication manager di Digital Media, service giornalistico di Tiscali.it e main partner di RestoalSud.it, portali d’informazione per i quali scrive i suoi articoli. Per la testata RestoalSud.it ricopre il ruolo di caporedattrice dal 2014, ha curato la selezione e l’editing dei testi dell’omonimo libro ("#RestoalSud", Pietre Vive Editore, 2018) ed è coordinatrice didattica della Resto al Sud Academy, l’incubatore di talenti digitali del Mezzogiorno. Opera come consulente ed esperta di comunicazione digitale e social media per PMI e Startup e svolge attività di ufficio stampa. Ha collaborato con diverse testate informative, rigorosamente “all digital”, tra cui Gosalute.it, TerzoSettore TV e Look Out TV, quest’ultima tra le web tv di riferimento nell’ambito del racconto delle culture, diretta da Claudio Martelli, di cui è stata project manager. È coautrice della seconda edizione di “Brand Journalism. Storytelling e marketing: nuove opportunità̀ per i professionisti dell’informazione” (edita dal Centro di Documentazione Giornalistica).

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top