Questo sito contribuisce
alla audience di

“Figli virtuali”, menzione speciale al Premio Di Lascia per il saggio firmato D’Errico – Zizza

Shares

E’ un grande risultato, prestigioso, quello raggiunto da “Figli virtuali”, il libro scritto a quattro mani da Annalisa D’Errico e Michele Zizza e pubblicato l’anno scorso per Erickson Live.

L’appuntamento

La premiazione avverrà sabato 14 settembre, a partire dalle 19, presso la Biblioteca Comunale “Giovanni Libertazzi” a Rocchetta Sant’Antonio, in provincia di Foggia, nell’ambito proprio della serata intitolata a Maria Teresa Di Lascia. Rocchetana d’origine, la Di Lascia è mancata esattamente 25 anni fa, il 10 settembre 1994. Nella sua breve esistenza ha lasciato tracce importanti: celebre il suo impegno in favore dei diritti, culminato nella fondazione dell’associazione “Nessuno tocchi Caino”, e nella letteratura. Nel 1995, il suo “Passaggio in ombra” ha vinto il Premio Strega postumo.

Gli autori di Figli virtuali

Il libro

“E’ una profonda gioia e un grande onore ricevere un riconoscimento di questa levatura”, affermano a caldo gli autori, entrambi giornalisti ed esperti di comunicazione digitale. Il loro lavoro si avvale della preziosa collaborazione di altri professionisti di alto livello. Luca Bolognini, avvocato del Foro di Roma e presidente dell’Istituto Italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati, Camilla Bistolfi, giurista e già direttore del Centro Nazionale Anti-Cyberbullismo, Chiara Spalatro, insegnante di Italiano e Storia nella Scuola Secondaria di I° grado, e Filomena Albano, magistrato e numero uno dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza. Proprio la Albano è autore della prefazione.

Il successo di pubblico e critica

Il traguardo raggiunto dalla D’Errico e da Zizza è davvero di prestigio. Il saggio, infatti – che ha riscosso grande successo di pubblico e di critica -, si sviluppa lungo una tematica oggi particolarmente sentita: quella del rapporto con l’ambito digitale nella sfera familiare. Come, quanto e in che modo consentire ai figli – nelle varie fasce d’età – di utilizzare i diversi dispositivi che oggi sono a loro disposizione perché a portata di mano in qualsiasi casa.

Un utilizzo sbagliato, eccessivo o scorretto può infatti inficiare – spesso anche in maniera determinante – lo sviluppo armonico e genuino della personalità. Non sono affatto rari, al giorno d’oggi, episodi di cyberbullismo, che nascono proprio dall’utilizzo errato di cellulari, pc o tablet. Il sottotitolo del saggio è, non a caso, “Percorso educativo alla tutela e alla complicità nella famiglia digitale”.
Spiccano, oltre naturalmente ai temi trattati, due chicche quali il Glossario, grazie a cui qualunque genitore, anche il meno “digitalizzato”, può orientarsi in questo mondo, e I Dieci social-comandamenti, le Tavole che un immaginario Mosè 4.0 ripropone nell’era moderna, declinandole nell’ambito digitale.

“Figli Virtuali” (ed. Erickson Live, 2018), di Annalisa D’Errico e Michele Zizza.
Per approfondimenti clicca qui

Domenico Bonaventura

Domenico Bonaventura (Avellino, 1984), giornalista, comunicatore e saggista, vive e lavora tra Lacedonia, in Alta Irpinia, dov’è cresciuto, e Roma. Laurea Magistrale in Scienze Politiche – indirizzo Comunicazione politica, economica e istituzionale – presso la LUISS “Guido Carli” di Roma. Giornalista con una passione rovente per il calcio, la politica e le parole. Italiano e meridionale fiero e critico, una passione rovente per il calcio, la politica e le parole, ho gestito e gestisco diversi uffici stampa - campagne elettorali, manifestazioni culturali, enti museali. Collabora con diverse testate: dal 2010 con la redazione di Avellino de Il Mattino di Napoli, con cui ho firmato più di millecinquecento articoli, dal 2016 con Restoalsud.it e da due anni con Il Mattino di Foggia e con Eurocomunicazione.com. Coordina l’area Comunicazione per diverse aziende e figure politiche e istituzionali. Mediamente attratto dalle reti sociali, le utilizza soprattutto per ottimizzare il lavoro. Moderatore e relatore in molteplici convegni e corsi di formazione, è autore del saggio “Parole e crisi politica. Dal politichese all’economichese. Come cambia il lessico politico al tempo della crisi” (ilmiolibro.it, 2013), finalista del Concorso Letterario Nazionale Ilmioesordio Ha fondato e gestisce il progetto di comunicazione Velocitamedia.it.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un like a Resto al Sud

 ATTENZIONE 

Si avvisano tutti i gentili utenti di www.restoalsud.it e delle nostre pagine Social che, per motivi non dipendenti dalla nostra volontà, stanno arrivando email contenenti virus informatici dall’indirizzo di posta elettronica di Resto al Sud che invitano ad aprire un file compresso *.zip contenente un virus (riconosciuto ed eliminato comunque dai migliori antivirus), simulando una risposta ad una mail propria o di terzi ed inserendo il testo del mittente per intero.
Vi esortiamo quindi a STARE MOLTO ATTENTI alle email di questo tipo e a non aprire mai l’allegato in esse contenuto.
Grazie mille e buona giornata.

Top