Questo sito contribuisce alla audience di

Glocal e dal cuore tenero: Vallata, “Da Ciccio” quell’ineguagliabile sapore di terra e solidarietà

Shares

Il richiamo del suo territorio, del suo Sud e della sua Irpinia è stato troppo forte. Così come la possibilità di dare finalmente corpo e spirito a quello che aveva sempre sognato: un’attività tutta sua nel settore della ristorazione, puntando sullo sviluppo della filiera cortissima e sulla valorizzazione delle tipicità locali.

Cosi, Giovanni Colicchio, appena trent’anni, per tutti semplicemente Ciccio, dopo due anni nella svizzera Friburgo è tornato a Vallata, in provincia di Avellino, dove ha messo a frutto la sua esperienza elvetica: a dargli l’input che aspettava, infatti, il ruolo di aiuto cuoco che aveva ricoperto in un ristorante italiano. Soprattutto, però, erano stati quei lavori occasionali in una panineria a fargli scoprire la passione per questo settore. Unita all’amore per la propria terra e al potentissimo richiamo delle radici, Ciccio lascia tutto e torna a casa. Ha deciso che sì, vuole restare al Sud. Almeno vuole provarci.

È il 10 maggio del 2017 quando apre i battenti la “Panineria da Ciccio”. Il locale è lo stesso in cui sua sorella Concetta – chef giramondo appena rientrata alla base da una lunga esperienza prima in Svizzera e poi in Australia – gestiva un ristorante di cucina tradizionale. Sin dall’inizio, l’intento è molto chiaro: creare una filiera con le attività locali per l’utilizzo dei loro prodotti in funzione della creazione finale. Insomma, il tradizionale va a finire in un panino che molti, proprio per questa ragione, hanno subito ribattezzato “il panino glocal”.

Difatti, da Vallata e zone limitrofe arriva tutto ciò che occorre: i panini, la carne, i caciocavalli, le verdure freschissime appena raccolte. Insomma, la freschezza e la genuinità del prodotto sono sempre garantite. La qualità, d’altronde, è l’elemento che lui ha sempre preteso come centrale nel suo lavoro. Unite alla sua maestria in cucina, danno un risultato che non attecchisce solo sui più giovani, ma anche su famiglie e professionisti. Basta vedere quanto si diverte quando – e accade spesso – gli arriva l’ordinazione di un “Ciccio fai tu” e può sbizzarrirsi dando libero sfogo alla fantasia del momento.

A quasi due anni dall’avvio, si può dire che il panino glocal è decollato. Centinaia i clienti che ogni settimana affollano il locale di via Papa Giovanni XXIII, nel cuore dello splendido centro storico vallatese. Un afflusso più massiccio si registra, naturalmente, nei fine settimana, con frotte di giovani che arrivano da ogni dove: dal napoletano, dal baianese, dall’arianese, dal potentino (specie dalla piana del Vulture), dal Tavoliere delle Puglie e, naturalmente, dalla Baronia e dall’Alta Irpinia. D’altronde, con il casello autostradale di Vallata a 6 chilometri, arrivarci è davvero un gioco. Un successo che si evidenzia anche dal seguito sui canali social della panineria – Facebook e Instagram.

Si tratta di un successo che lo porta anche a voler esplorare nuovi orizzonti culinari: a breve sarà il momento della braceria, sempre facendo perno sull’eccellente carne locale. Tenera come tenero è il cuore di Ciccio, che non dimentica chi è più sfortunato e organizza anche generose iniziative di solidarietà. E considerato che marzo è il mese della donna, l’ultima settimana del mese sarà interamente dedicata a loro: per ogni panino scelto dalla clientela, un euro verrà devoluto ad Amos e Amdos Irpinia, che da tempo si battono per aiutare le donne operate di tumore al seno e per offrire loro riabilitazione fisica e psicologica e la possibilità di reinserimento sociale.

D’altronde, il sapore di fare del bene ha un gusto ineguagliabile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domenico Bonaventura

Domenico Bonaventura (Avellino, 1984), giornalista, comunicatore e saggista, vive e lavora tra Lacedonia, in Alta Irpinia, dov’è cresciuto, e Roma. Laurea Magistrale in Scienze Politiche – indirizzo Comunicazione politica, economica e istituzionale – presso la LUISS “Guido Carli” di Roma. Giornalista con una passione rovente per il calcio, la politica e le parole. Italiano e meridionale fiero e critico, una passione rovente per il calcio, la politica e le parole, ho gestito e gestisco diversi uffici stampa - campagne elettorali, manifestazioni culturali, enti museali. Collabora con diverse testate: dal 2010 con la redazione di Avellino de Il Mattino di Napoli, con cui ho firmato più di millecinquecento articoli, dal 2016 con Restoalsud.it e da due anni con Il Mattino di Foggia e con Eurocomunicazione.com. Coordina l’area Comunicazione per diverse aziende e figure politiche e istituzionali. Mediamente attratto dalle reti sociali, le utilizza soprattutto per ottimizzare il lavoro. Moderatore e relatore in molteplici convegni e corsi di formazione, è autore del saggio “Parole e crisi politica. Dal politichese all’economichese. Come cambia il lessico politico al tempo della crisi” (ilmiolibro.it, 2013), finalista del Concorso Letterario Nazionale Ilmioesordio Ha fondato e gestisce il progetto di comunicazione Velocitamedia.it.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top